Come richiedere l’esenzione dal canone RAI

La nuova norma che prevede il pagamento del canone RAI nelle bollette dell’energia elettrica è stata approvata in via definitiva. Andiamo allora a vedere come è possibile richiedere l’esenzione per gli aventi diritto, così da evitare l’addebito in automatico di un’imposta non dovuta.

Partiamo innanzitutto con il chiarire quali sono i soggetti non tenuti al pagamento del canone RAI. Sono esclusi dall’obbligo tutti coloro che non sono in possesso di un apparecchio per la ricezione del segnale televisivo. Si tenga presente che non sono equiparati al televisore i dispositivi mobili come smartphone e tablet, e i PC, anche se in grado di ricevere il segnale: essi sono pertanto esclusi dal pagamento. È sollevato anche chi ha posseduto un apparecchio in passato ma, dopo la vendita, la cessione o la rottamazione della stessa, non ha provveduto all’acquisto di una TV sostitutiva. Il canone deve essere pagato da un solo membro della famiglia e per una sola abitazione: l’esenzione dal pagamento può quindi essere richiesta per le seconde case o, in caso di presenza di utenze multiple, per la stessa abitazione.

L’esenzione non avviene in automatico ma va richiesta dal cittadino interessato. È sufficiente un’autodichiarazione che attesti la presenza dei requisiti per il non pagamento del canone RAI. La documentazione può essere presentata direttamente a uno sportello territoriale dell’Agenzie delle Entrate o, in alternativa, inviata con raccomandata all’Agenzie delle Entrate di Torino. Si consiglia di effettuare un invio con ricevuta di ritorno, in modo da avere traccia del ricevimento della comunicazione.

L’autocertificazione per il non pagamento del canone RAI deve contenere innanzitutto i dati relativi all’indirizzo di residenza e il codice fiscale del dichiarante. Deve inoltre indicare gli estremi dell’utenza per l’energia elettrica per la quale si chiede la non inclusione del canone RAI e la motivazione per la quale si ritiene di non essere soggetti al pagamento, come ad esempio l’utenza per la seconda casa o per un immobile in locazione. È necessario allegare copia di un documento di identità ed eventuali altri documenti che attestino le dichiarazioni effettuate. Una volta ricevuta e analizzata la documentazione, sarà la stessa Agenzia a trasmettere la comunicazione a chi effettua la fornitura dell’energia elettrica.

Attenzione: si consiglia di effettuare il prima possibile la richiesta di esenzione dal pagamento per le utenze, così da evitare eventuali addebiti o problematiche relative al mancato pagamento.

http://ilprofessionistarisolve.tgcom24.it/

Mondo Tempo Reale

About Sandu Trica

Mondo Tempo Reale è il blog che dal 2010 vi racconta le notizie più incredibili, strane, curiose e divertenti: fatti imbarazzanti, ladri imbranati, prodotti assurdi, ricerche scientifiche decisamente insolite.
{[['']]}
    Blogger Comment
    Facebook Comment