Facebook Twitter Google RSS
Powered by Blogger.

Mondo News

Misteri

Astronomia

Clima

Archeologia

venerdì 31 ottobre 2014

California, precipita navetta Virgin. Muore pilota

MondoTempo Reale     21:12  
L'altro membro dell'equipaggio è ferito gravemente. La compagnia di Richard Branson su Twitter: "Abbiamo riscontrato un'anomalia durante test di volo". La Galactic progettata per portare turisti nello spazio

WASHINGTON - Precipita al suolo nel deserto del Mojave, in California, la navetta sperimentale della compagnia Virgin Galactic, del magnate britannico Sir Richard Branson. Secondo l'agenzia Ap, uno dei due membri dell'equipaggio è morto, mentre l'altro è ferito gravemente. Lo sceriffo della contea di Kern ha riferito che a morire è stato il co-pilota, rimasto sul suo seggiolino, mentre il pilota è riuscito ad uscire.

La società ha comunicato via Twitter di aver riscontrato un'anomalia durante un test di volo al motore della sua navetta SpaceShip Two, portata in volo dal razzo WhiteKnight Two. Al momento dello sgancio il motore avrebbe perso potenza o non si sarebbe acceso facendo precipitare la navetta. Il problema si sarebbe verificato sei minuti dal lancio. Quello di oggi era il primo test dopo nove mesi. La preparazione del volo aveva già avuto dei ritardi prima della partenza che è avvenuto alle 12.19 ora di New York (le 17.19 in Italia)

La Virgin, sempre su Twitter, si è detta in apprensione per l'equipaggio e ha garantito che sta collaborando con le autorità per chiarire le cause dell'incidente. 





Lo Spaceship Two è un progetto sperimentale per offrire volti turistici oltre l'atmosfera terrestre. La navicella dovrebbe arrivare a un altitudine di cento chilometri. Il fondatore Branson aveva detto che i primi voli potevano partire già alla fine dell'anno, in base ai risultati dei test. Più di 700 persone hanno già prenotato, tra cui Tom Hanks e Angelina Jolie. Il biglietto per lo spazio costa circa 250.000 dollari. 





http://www.repubblica.it/

WhatsApp posticipa le telefonate. Arriveranno nel 2015

MondoTempo Reale     12:01  
L'azienda starebbe cercando il modo di far funzionare il servizio anche nei paesi in via di svilippo dove manca la copertura

LLO scorso World Mobile Congress di Barcellona a febbraio, erano state date come imminenti. Ma, all'annuncio trionfale, è seguita una battuta d'arresto sulle telefonate via Internet di WhatsApp. La popolare app di messaggistica che in questo modo si avvicinerebbe a Viber e Skype, dovrebbe inserire questa funzione a inizio 2015, con mesi di ritardo sulla tabella di marcia. Jan Koum, l'amministratore dellasocietà acquistata da Facebook, ha parlato di difficoltà incontrate nella fase di test della nuova funzione.

Alcuni dei problemi, ha spiegato Koum all'evento Code/Mobile, riguardano la cancellazione del rumore con l'accesso a più microfoni, altri la volontà del team di WhatsApp di far funzionare il servizio anche dove manca copertura o viene ancora usato il protocollo di rete 2G-Edge, cioè nei paesi in via di sviluppo. La maggior parte dei nuovi utenti WhatsApp, ora a quota 600 milioni, arriva infatti da India e Brasile. Nella stessa conferenza, l'amministratore delegato della società ha spiegato che spera che gli utenti attivi arrivino a un miliardo nei prossimi mesi, nessuna novità invece sull'introduzione degli annunci pubblicitari sull'app, che secondo Koum non sarebbe gradita dagli utenti. Decisione che potrebbe non resistere a lungo, vista la costante volontà di Mark Zuckerberg di far fruttare al massimo l'ecosistema delle sue applicazioni.

http://www.repubblica.it/

Ungheria: Orban congela la tassa su Internet

MondoTempo Reale     11:56  
Il premier annuncia un passo indietro perché il provvedimento "nella sua forma attuale non può essere adottato". Prevista una consultazione nazionale a gennaio

BUDAPEST - Il premier ungherese Viktor Orban ha annunciato un passo indietro rispetto alla contestata tassa su Internet che nei giorni scorsi aveva portato in piazza migliaia di persone. "Nella sua forma attuale non può essere adottata", ha detto alla radio il primo ministro conservatore annunciando sul tema "una consultazione nazionale a gennaio".





Il progetto di legge su Internet, annunciato la settimana scorsa, prevede di prelevare 150 fiorini (50 centesimi di euro) per gigabyte. Una misura, per il governo Orban, necessaria a colmare il buco di bilancio per il prossimo anno, ma che invece ha scatenato le proteste di migliaia di ungheresi scesi in piazza per manifestare contro quella che ritengono un'operazione volta a restringere gli spazi di critica contro l'esecutivo. La tassa su Internet è stata criticata anche dall'Unione europea che l'ha definita "un'idea molto cattiva" e soprattutto "l'ultima misura di una serie prese a livello nazionale che limitano la libertà".



http://www.repubblica.it/

La Svastica e l'Isola di Thule

MondoTempo Reale     11:51  

Isola di Thule. Terra immaginaria, posto incredibile, isola misteriosa e fantastica. Raccontata da Pitea, Diogene, Virgilio, Tolomeo, Olao Magno e altri scrittori antichi, è stata  da sempre destinata ad accendere la fantasia...sino a diventare un simbolo terribile del nazismo nei primi decenni del secolo scorso. L’isola leggendaria fu raccontata da Pitea, viaggiatore e scrittore greco che intorno al 330 a.C. era partito da Marsiglia, aveva costeggiato Spagna, Portogallo, Gran Bretagna ed era approdato in una terra “di fuoco e ghiaccio” nella quale aria, terra e acqua si fondevano tra loro e il Sole non tramontava mai, era l’Isola di Thule. Anche il greco  Diogene nel II sec. a.C.  scrisse un libro dal titolo “Le incredibili meraviglie  al di là di Thule”. Ne parlò anche Virgilio nelle sue “Georgiche“; Olao Magno nel 1539 descrisse geograficamente Thule  e la collocò nel Mare del Nord, vicino alle Orcadi.

Ma veniamo ad un’epoca storica molto più recente e arriviamo al 1920 quando l’Ultima Thule divenne simbolo di un gruppo occulto tedesco grazie alla tristemente famosa passione per l’esoterismo di Hadolf Hitler. Secondo la leggenda infatti nell’Isola di Thule  si sviluppò una razza superiore, la cui fine fu determinata da una calamità naturale; l’impatto della stessa fu terribile e i superstiti, lasciata l’isola, trovarono un’altra localizzazione geografica (la più quotata sarebbe stata a sud del Tibet) e diedero origine alla “razza ariana”.

Iniziò così il folle miraggio di Adolf Hitler e il suo delirio veniva confermato e rafforzato da teorie di ipotetiche collisioni di gigantesche palle di fuoco e di ghiaccio che avrebbero dato origine all’Universo e anche alla razza superiore progenitrice della razza ariana. Hitler era un appassionato di mitologia ed essoterismo, di magia, di astrologia e di antiche civiltà e religioni, prendendo da essi il lato peggiore ed esasperandolo, interessi che   miscelati con la sua folle idea  razzista e antisemita crearono nella sua mente il miraggio di una società perfetta, degna di dominare il Pianeta; il sogno di controllare il mondo da cui poi nacque la fredda follia e i crimini che tutti conosciamo.

La Società di Thule, vista  da Hitler come faro al quale guardare per la realizzazione del suo folle schema, nacque a Monaco nel 1918: il simbolo della Società era costituita dalla punta di una lancia (la Lancia di Longino) a livello della  cui elsa compariva il segno della svastica (simbolo solare e di ciclica rinascita che si trova anche in rilievi indù).

La Lancia di Longino e il Castello dei Cavalieri Neri. Il centurione Gaio Cassio Longino trafisse il costato di Gesù  con una lancia che divenne una delle reliquie più importanti delle cristianità. Oggetto di desiderio di potenti di tutto il mondo appartenne nel tempo a Costantino, Teodorico, Carlo Magno, Napoleone. Dal 1912  fu custodita nella Stanza del Tesoro del Palazzo Hofburg di Vienna; nel 1938 Hitler  ne venne in possesso dopo la conquista della città austriaca, e la  portò a Norimberga volendo che venisse custodita con cura solo dalle SS. Fu recuperata dai soldati americani subito prima del suicidio di Hitler.

Hitler  e il suo fedelissimo Heinrich Himmler (fondatore e organizzatore del famigerato corpo delle SS), costruirono in Westfalia un castello di forma particolare: il Castello di Wewelsburg  ha forma di punta, come la lancia di  Longino, rivolta verso l’Ultima Thule;  il castello era permeato di simboli esoterici, coma la stanza circolare nella quale si riunivano i prescelti delle SS, i pochi eletti che facevano parte di un ordine: ”Ordine Nero delle SS”. La stanza era completamente costruita in pietra e nel soffitto incombeva l’immagine enorme di una svastica. In questa stanza gli appartenenti all’ordine  cercavano di mettersi in contatto con la civiltà di eletti superiori, che secondo la leggenda dovevano trovarsi presso il Tibet, attraverso riti esoterici particolari e inquietanti o tramite la telepatia. Hitler assistito da un gruppo di pseudo-studiosi tedeschi guidati da Otto Rahn inviò i suoi fedeli  appartenenti alle SS in giro per il mondo alla ricerca della “progenie delle razza ariana” la razza pura dalla quale sarebbero discesi i tedeschi, cercavano l’Isola di Thule o i suoi abitanti, cercavano le reliquie cristiane che a loro detta li avrebbero messi anche in contatto con Gesù e avrebbero dato al popolo tedesco e agli eletti enormi poteri. Hitler era convinto  che la localizzazione degli esseri superiori fosse nel Tibet  e fece confluire nell’Ultima  Thule delle influenze della cultura tibetana (naturalmente stravolte dalle sua idee nazionaliste, antisemite e dalla sua lucida follia del terrore e dell’olocausto); accolse dei tibetani tra le sue fedeli truppe e al momento della sua morte, assieme al loro Furer morirono anch’essi suicidi.

La svastica. Il termine deriva dal sanscrito ‘svastika’ che significa apportatore di salute. Da studi sull’origine e la simbologia  della svastica condotti da storici e archeologi, la svastica sarebbe un simbolo portafortuna; la sua aura di magia affonda radici nelle antichissime civiltà che popolarono la Mesopotamia, in relazione soprattutto ai Babilonesi, e in quella antica iraniana. In India era usata nelle cerimonie Indù  come motivo simbolico, astronomico e religioso.

Simbolo di fertilità e vita la svastica è stata ritrovata in scavi condotti presso il territorio dell’odierna Romania, nelle tombe micenee e in alcuni riscontri nella cultura dell’antica Grecia.

Quando Hitler scelse come suoi simboli la svastica e la Lancia di Londino, scelse tra i simboli più antichi del potere magico: purtroppo però tutti noi a distanza di appena poco meno di un secolo abbiamo ancora vivi e indelebili gli effetti che la mente folle di un uomo e del suo stretto enturage di persone provocò a livello di danni umani, enormemente sconvolgenti, forse i più allucinanti, nella loro pazza illusione di tutta la storia recente. La  stessa Società di Thule fu esempio della follia che pervase quel periodo storico dove cultura, storia antica e mito divennero metodiche di esaltazione e di morte.

Il mistero dell’Isola di Thule, la lancia di Longino, la svastica: componenti mitologiche, storiche, religiose che Hitler e la sua follia legarono in modo indelebile con uno dei periodi  più bui e terribili della nostra Storia.

Buenos Aires: 1500 persone sfollate causa alluvione

MondoTempo Reale     11:48  


Buenos Aires e la sua periferia colpite da una nuova ondata di maltempo. Sulla citta' sono caduti giu' oltre 140 ml di pioggia. Le strade sono allagate e rendono difficoltosi gli spostamenti.
Interi quartieri sono rimasti senza luce e alcune fermate della metropolitana sono state chiuse. 

http://article.wn.com/view/2014/10/29/Alluvione_a_Buenos_Aires_la_citt_sottacqua/
http://www.sott.net/article/288225-1500-evacuated-due-to-flooding-in-Buenos-Aires

Frana in Sri Lanka, 192 dispersi,si cerca ancora sotto fango, pioggia rallenta soccorsi

MondoTempo Reale     11:46  


Oltre 190 persone sarebbero disperse sotto la frana che mercoledì ha travolto decine di case in una piantagione di te' nello Sri Lanka centrale
. E' l'ultimo bilancio riferito dal vice direttore della protezione civile cingalese (Dmc) al quotidiano DailyMirror. Le operazioni di ricerca dei sopravissuti sono ancora in corso, ma sono rallentate dalla forte pioggia. 



Con il passare delle ore sono diminuite le speranze di trovare ancora qualcuno vivo sotto la coltre di dieci metri di fango che ha sotterrato le case. C'é ancora molta confusione sui corpi trovati che variano da tre a otto a seconda delle fonti. Nel disastro non ci sarebbero italiani coinvolti secondo l'ambasciata d'Italia a Colombo contattata telefonicamente dall'ANSA. Le Nazioni Unite hanno fatto il punto della situazione e offerto il loro aiuto agli sfollati che sarebbero circa 800 ospitati in due campi di accoglienza a Ampitikanda e Koslanda allestiti dall'esercito. La polizia, tuttavia, e' convinta che il numero di dispersi sia molto di meno. Nelle casette a schiera dove vivevano i lavoratori della piantagione abitavano circa 200 persone e la maggior parte di loro si sarebbe salvata. Di diverso parere e' l'Unicef secondo il quale decine di bambini sarebbero orfani in quanto erano stati portati a scuola dai genitori prima del disastro. I segnali di smottamento erano già iniziati alcune ore prima dando la possibilità alla gente di scappare. Ma sembra che qualcuno era tornato nella case per prendere i propri averi. L'area era da diversi anni a rischio di dissesto idrogeologico e la popolazione era stata invitata a trasferirsi in un altro insediamento.



http://terrarealtime.blogspot.it/

La mercificazione dell'essere umano e il consumismo totale

MondoTempo Reale     11:36  

Il consumismo economico ormai è finito da un pezzo, ma ha lasciato grosse conseguenze sul piano sociale e psichico degli individui, contribuendo a una radicale trasformazione di essi.

Come risultato di ciò, si è arrivati gradualmente a una costante mercificazione dello stesso essere umano, e si può ben dire che si è creato una sorta di "uomo nuovo".

Un'uomo nuovo "liberato" dalle stesse caratteristiche e limiti umani, senza una reale identità interiore e totalmente dedito a vendere sé stesso e le proprie qualità esteriori, proprio come un prodotto economico qualsiasi.



Si può ben dire che oramai il processo di mercificazione è concluso.

Infatti, viviamo in tempi sempre più contraddistinti dalla precarietà, non solo lavorativa, in una sorta di "eterno presente" basato su un costante vuoto di valori e su un nichilismo totalizzante e totalitario, una condizione storica che ricorda la descrizione della "società dell'ultimo uomo" fatta da Friedrich Nietzsche.



C'è anche da dire che oramai anche le stesse relazioni sociali e interpersonali sono basate sui meccanismi che regolano il mercato: come per una qualsiasi merce, si valutano le persone solo per quanto sono "cool" o per le qualità e quantità degli aspetti esteriori e così via.

Sembra proprio che per il momento, non ci sia alternativa a questo processo, a meno che la gente non incominci a capire tali questioni e agisca di conseguenza.

Di Salvatore Santoru http://informazioneconsapevole.blogspot.it/

giovedì 30 ottobre 2014

la polonia sposta migliaia di soldati sul fronte orientale

MondoTempo Reale     12:42  
di Tyler Durden Oggi la Polonia ha annunciato che sposterà migliaia di soldati verso i confini orientali, ovvero l’Ucraina, in quello che Associated Press ha definito “un ri-allineamento
storico della struttura militare costruita durante la guerra fredda”. Perché la Polonia, membro della NATO, sta facendo qualcosa che chiaramente manderà solo segnali di antagonismo a Putin, il quale in passato ha affermato che ogni espansione della NATO attraverso il corridoio polacco sarà affrontata con una risposta appropriata? Prevedibilmente, il ministro della difesa Tomasz Siemoniak ha affermato che le truppe servono all’est a causa del conflitto nella confinante Ucraina. “La situazione geopolitica è cambiata, abbiamo la più grande crisi di sicurezza dai tempi della guerra fredda e dobbiamo trarne delle conclusioni”, ha dichiarato Siemoniak. Se davvero la Polonia attuerà questo spostamento dell’esercito, sarà il segnale più serio sviluppatosi finora dalla guerra civile ucraina, perché per la prima volta ci sarà qualcosa di più della mera retorica e delle vuote minacce: stavolta un membro NATO sposterà strategicamente, non tatticamente, il suo obiettivo militare, tanto che il Cremlino non avrà altra scelta che considerare la mossa come una minaccia e dovrà a sua volta rispondere in modo adeguato. Il ministro della difesa polacco ha aggiunto che almeno tre basi militari nell’est vedranno la loro popolazione aumentare dall’attuale 30% della capacità totale a quasi il 90% entro il 2017, e che vi verranno anche trasferite attrezzature militari. Ha affermato che non si tratta di una “mossa nervosa o estremista”, ma che, a causa di questa “situazione di minaccia, vorrebbero che le unità nella Polonia dell’est fossero più efficienti.” Nonostante la Polonia abbia aderito alla NATO nel 1999, la maggior parte del suo esercito di 120.000 uomini è ancora basato lungo il confine occidentale del paese, come eredità del suo precedente status di membro del blocco sovietico. Le unità dell’est, come quella di difesa aerea a Siedlce, hanno solo il 30% del personale, in linea con un piano che prevede il 100% delle truppe “solo in caso di guerra”. Ricordiamo che a dicembre 2013, quando la Russia pensò che la NATO e la Polonia si stessero estendendo un po’ troppo vicino ai suoi confini, essa schierò i missili tattici a capacità nucleare Iskander lungo il confine polacco, mettendo in pratica quanto aveva minacciato nell’aprile del 2012, quando aveva ammonito che avrebbe schierato missili capaci di colpire i sistemi statunitensi di difesa missilistica in Polonia. Del resto già Dmitry Medvedev, ex presidente della Russia, nel suo primo discorso presidenziale al popolo nel 2008 aveva dichiarato: “La Russia schiererà i sistemi missilistici Iskander nella sua enclave di Kaliningrado, per neutralizzare, se necessario, lo scudo anti-missili balistici in Europa.” [...] Prevediamo che la risposta russa questa volta sarà all’incirca come menzionato sopra. Fonte: Zerohedge Traduzione: Anacronista

Campi di sterminio UE in Grecia: migliaia di internati con la forza!

MondoTempo Reale     12:40  

La malattia mentale costituisce un altro lato oscuro della crisi economica della Grecia che in genere è invisibile, ma - come concordano ormai medici e psicologi - i drastici cambiamenti intervenuti nella vita quotidiana dei greci
nel corso degli ultimi sei anni hanno causato gravi conseguenze sullo stato di salute mentale del Paese. Come riferisce il sito web GreekReporter.com, gli ospedali psichiatrici di tutta la Grecia sono stacolmi di pazienti le cui condizioni mentali e fisiche sono a volte impressionanti, per l'orrore che suscita la condizione di esseri umani devastati dalla crisi generata dall'euro e gestita in modo criminale dalla Troika inviata in Grecia dalla Ue. L'ospedale psichiatrico Dafne, cui fa riferimento tutta la regione di Atene e dell'Attica, ammette circa 200 nuovi pazienti ogni mese e tale numero supera del 30% la capacità di ricezione per cui i ricoverati rimangono in attesa nei corridoi e sono costretti a dormire sulle lettighe. Inoltre, il numero degli ingressi non volontari è aumentato drammaticamente dal 2010. A tuttoggi, quasi il 55% dei pazienti viene ricoverato nelle cliniche per disordini mentali non su base volontaria ma per intervento della polizia o per ordine di un magistrato. I pazienti che sono ammessi in questi istituti sono per lo più disoccupati, uomini d'affari che sono andati in bancarotta o genitori che non hanno i mezzi per nutrire i propri figli. La maggior parte dei ricoverati sono persone di oltre 40 anni di età che non hanno mai mostrato in passato segni di squilibrio mentale. Sempre per colpa della crisi, che ha falciato stipendi e posti di lavoro per colpa dei diktat della Troika, anche centinaia di persone senza fissa dimora sono finite negli ultimi tempi negli ospedali psichiatrici con gravi disturbi mentali. Di solito questi pazienti rimangono in ospedale per un breve periodo di tempo e poi tornano di nuovo in strada senza ricevere più alcuna assistenza medica. Diversi studi scientifici in Europa e negli Usa hanno definitivamente stabilito un effettivo collegamento fra l'essere un senzatetto e soffrire di disturbi mentali. Il mese scorso, un uomo di 44 anni che soffriva di depressione si è tolto la vita nel centro di Atene. Il giorno prima di suicidarsi era stato ricoverato all'ospedale Dromokaiteio dove però i medici non avevano ritenuto necessario ricoverarlo in osservazione e lo avevano subito dimesso. Secondo i media locali, in genere gli ospedali chiedono ai medici di dimettere i pazienti in quanto le strutture sono sempre piene e non ci sono posti disponibili. Nel corso dei primi nove mesi del 2014, 3.412 pazienti sono stati esaminati all'ospedale Dafne ma solo 1.757 sono stati ammessi. "Purtroppo in questo momento non abbiamo le strutture necessarie per aiutare queste persone e anche i redditi dei loro famigliari si sono notevolmente ridotti", ha osservato Theodoros Megalooikonomou, direttore dell'Ospedale Psichiatrico Dafne. Questi ospedali pischiatrici sono dei veri lager degni del dottor Mengele. La Troika deve essere processata e condannata per crimini contro l'umanità. Max Parisi Fonte: ilnord.it

mercoledì 29 ottobre 2014

Qual’è il misterioso legame che unisce Sirio alla storia umana?

MondoTempo Reale     11:33  
Sin dai tempi antichi e tra diverse civiltà, Sirio, la stella del cane, è circondata da una misteriosa tradizione . Gli insegnamenti esoterici di tutte le età hanno sempre attribuito a Sirio un ruolo di primo piano e la sua importanza nel simbolismo occulto è una riprova di questo fatto. Cosa rende così speciale Sirio? E’ semplicemente dovuto al fatto che è la stella più luminosa in cielo? Oppure perchè l’umanità ha un legame tanto antico quanto misterioso con essa?

Sirio si trova nella costellazione del Cane Maggiore, conosciuta anche come il Grande Cane, per questo è nota come la “stella cane”. E’ 20 volte più luminosa del nostro sole ed ha una massa doppia. 

Di notte, Sirio è la stella più luminosa nel cielo ed il suo riflesso bianco-blu ha sempre stupito gli osservatori del cielo, fin dai tempi più antichi. Non c’è da meravigliarsi se il culto di Sirio è rimasto in vita praticamente in tutte le civiltà.


Gli artefatti delle antiche civiltà hanno rivelato come Sirio fosse di grande importanza nell’astronomia, nella mitologia e nell’Occultismo. Le scuole misteriche lo considerano il “sole dietro il sole” e, quindi, la vera fonte della potenza del nostro sole. Se il calore della nostra stella mantiene vivo il mondo fisico, Sirio mantiene vivo quello spirituale. E’ la “vera luce” che brilla a est, la luce spirituale, contrapposta alla luce del sole che illumina il mondo fisico, la quale viene considerata una grande illusione.

“Associare Sirio al divino e considerarlo addirittura la casa dei “grandi maestri” dell’Umanità non fa parte della mitologia di poche civiltà primitive: Si tratta di una convinzione diffusa che è sopravvissuta (e pure intensificata) fino ai giorni nostri. Prenderemo in esame l’importanza di Sirio nei tempi antichi, ne analizzeremo l’importanza tra le società segrete e vedremo come questi concetti vengono tradotti nella cultura popolare.”

In Egitto, Sirio era considerata la più importante stella del firmamento. Infatti, fu astronomicamente il fondamento dell’intera religione egiziana. Venne venerato come Sothis e fu associato ad Iside, la dea madre della mitologia egizia. Iside è il principio femminile della trinità formata con Osiride e Horus il loro figlio. Gli antichi Egizi consideravano così importante Sirio che quasi tutte le divinità, in un modo o nell’altro, erano associate alla stella. Anubis, il dio della morte con la testa di cane, ha un evidente connessione con la stella e anche Thoth-Hermes, il grande maestro dell’umanità, è legato esotericamente alla stella.

Il calendario egiziano era basato sul sorgere elicoidale di Sirio che si verifica poco prima dell’inondazione annuale del Nilo durante l’estate. I moti dei corpi celesti venivano osservati e venerari anche dagli antichi Greci, Sumeri, Babilonesi e da innumerevoli altre civiltà. La stella veniva dunque considerata sacra e la sua apparizione nel cielo era accompagnata da feste e celebrazioni. La stella del cane annuncia l’arrivo delle giornate calde e secche di luglio e agosto, da qui il detto popolare “la canicola estiva”.

Diversi ricercatori occulti sostengono che la Grande Piramide di Giza venne costruita in perfetto allineamento con le stelle, soprattutto con Sirio. La luce proveniente da queste stelle si diceva venisse utilizzata nelle cerimonie misteriche egiziane.

“Questo antico popolo (gli egiziani) sapeva che una volta l’anno il Sole si allineava con la Stella del Cane. La Grande Piramide, venne costruita in modo che, in questo sacro momento, la luce della Stella del Cane lambisse l’uscita superiore della Grande Galleria, la quale scendendo sulla testa del sacerdote, lo investiva della Super Forza Solare e cercava attraverso il suo corpo solare perfetto di trasmettere agli altri Iniziati questa ulteriore stimolazione per aiutarli nel loro processo di evoluzione divina. Questo era dunque lo scopo della “Pietra di Dio`, nel rituale dove Osiride si siede per concedere (all’illuminato) la corona Atef o luce celeste. “Seguendo gli insegnamenti dell’antico Egitto la luce non è altro che l’ombra della luce invisibile.” 

Recenti scoperte scientifiche relative alla Grande Piramide e ai suoi misteriosi “condotti d’areazione” hanno portato i ricercatori a confermare ulteriormente l’importanza di Sirio
Star-alignment-Great-Pyramid

L’allineamento della stella con la Grande Piramide di Giza. Orione (associato al dio Osiride) è allineato con la Camera del Re, mentre Sirio (associato alla dea Iside) è allineato con la Camera della Regina.

Un aspetto affascinante di Sirio è la coerenza del simbolismo e dei significati ad esso collegati. Diverse grandi civiltà hanno infatti associato Sirio ad una figura canina vedendo la stella, come origine o fine di una forza misteriosa. Nell’astronomia cinese e giapponese, Sirio è conosciuta come la “stella del lupo celeste”. Diverse tribù aborigene del Nord America si riferiscono alla stella in termini canini: le tribù dei Seri e dei Tohono O’odham del sud-ovest descrivono Sirio come un “cane che segue le pecore di montagna”, mentre i Blackfoot la chiamano “Faccia di cane”. I Cherokee unirono Antares con Sirio attribuendole il significato di stella del “cane costude” a guardia del “Sentiero delle Anime”. La tribù degli Skidi del Nebraska la conosceva come la “Stella del Lupo”, altre come la “Stella Coyote”. Più a nord, gli Inuit dell’Alaska dello Stretto di Bering la chiamano “Luna cane”.

Sumerian-fish-god thumb1
Nel 1971, lo scrittore americano Robert Temple pubblicò un controverso libro intitolato “Il mistero di Sirio” dove sostenne che i Dogon (un’antica tribù africana del Mali) conoscevano dettagli su Sirio impossibili da scoprire senza un telescopio. Secondo lui, i Dogon compresero la natura binaria di Sirio, che è, infatti, composta da due stelle di nome Sirio A e Sirio B. Questo portò Robert Temple a credere che i Dogon avessero dei collegamenti “diretti” con gli esseri provenienti da Sirio. Mentre alcuni potrebbero dire (you can’t be Sirius);), un gran numero di società segrete (le quali, compresero tra le loro fila, alcune delle persone più influenti del mondo) e sistemi di credenze insegnano che esiste una connessione mistica tra l’umanità e Sirio .

Nella mitologia Dogon, l’umanità si dice fosse nata dai Nommo, una razza di anfibi che abitava un pianeta in orbita attorno a Sirio. La leggenda continua dicendo che “discesero dal cielo in un vascello che produceva fuoco e tuoni” e insegnarono all’uomo profonde conoscenze. Questo portò Robert Temple a teorizzare che i Nommo fossero extraterrestri abitanti di Sirio che, ad un certo punto, in un lontano passato, arrivarono sulla Terra per insegnare alle antiche civiltà (come gli Egiziani e i Dogon) nozioni riguardo il nostro sistema solare e quello di Sirio. Queste civiltà avrebbero poi riportato gli insegnamenti dei Nommo nelle loro religioni rendendoli punti focali degli insegnamenti misterici.

Il sistema mitologico Dogon è sorprendentemente simile a quello di altre civiltà come i Sumeri, gliEgizi, i Babilonesi e gli israeliti in quanto include il mito archetipico di un “grande maestro che proviene dall’alto”. A seconda della civiltà, questo grande maestro è noto come Enoch, Thoth o Ermete Trismegisto e si dice abbia insegnato all’umanità le scienze teurgiche. Nelle tradizioni occulte, si ritiene che Thoth-Hermes fosse il maestro del popolo di Atlantide, che, secondo la leggenda, divenne la civilità più avanzata del pianeta prima del Diluvio Universale (resoconti di un diluvio possono essere trovati nel mitologie di innumerevoli civiltà). I sopravvissuti di Atlantide navigarono verso vari paesi, tra cui l’Egitto, dove diffusero le loro avanzate conoscenze. Gli occultisti ritengono che le inspiegabili somiglianze tra civiltà lontane (come i Maya e gli Egizi), possano essere spiegate da un comune contatto con Atlantide.

divinitaquestz“Fu messa al sicuro la conoscenza religiosa, filosofica e scientifica posseduta dai chierici di Atlantide, dopo che la catastrofe cancellò ogni traccia dell’isola? Il culto solare atlantideo è stato perpetuato nel ritualismo e cerimonialismo cristiano e pagano. Sia la croce che il serpente erano emblemi Atlantidei della sapienza divina. I progenitori (Atlantidei) divini dei Maya e dei Quichés dell’America centrale coesistevano all’interno della luminosità verde/azzurra di Gucumatz, il serpente “piumato”. I sei saggi “nati nei cieli” si manifestarono come centri di luce uniti o sintetizzati dal settimo  e capo del loro ordine, il serpente “piumato”. Il titolo di serpente “alato” o “piumato” fu applicato a Quetzalcoatl o Kukulcan, l’iniziato dell’America centrale.

Il centro della saggezza/religione Atlantidea era presumibilmente un grande tempio piramidale che si ergeva sul bordo di un altopiano nel bel mezzo della Città dalle Porte d’Oro. Da qui i sacerdoti iniziati alla sacra piuma uscivano, portando le chiavi della Saggezza Universale fino agli estremi confini della terra. Dagli Atlantidei il mondo non ha solo ricevuto un patrimonio inestimabile di arti, misteri, filosofie, scienze, etica e religioni, ma anche un’eredità di odio, conflitti e perversione. Gli Atlantidei fomentarono e scatenarono la prima guerra e si disse che tutte le guerre successive vennero combattute in uno sforzo inutile per giustificare la prima e poter eventualmente correggere l’errore che la causò. Prima che Atlantide sprofondasse, i suoi iniziati spiritualmente illuminati, i quali si resero conto che la loro terra era stata condannata in quanto si era allontanata dalla Via della Luce, scapparono dallo sfortunato continente. Portando con se le dottrine sacre e segrete, questi Atlantidei si stabilirono tra gli egiziani, dove divennero i loro primi governanti “divini”. Quasi tutti i grandi miti cosmologici che formano la base dei vari libri sacri del mondo si basano sui rituali dei Misteri Atlantidei.”

Thoth-Ermete Trismegisto, è l’equivalente dei Nommo Dogon, i quali si ritiene provenissero da Sirio? I testi antichi riguardanti Hermes lo descrivono come un maestro dei misteri “proveniente dalle stelle”. Inoltre, Thoth-Hermes era direttamente collegato con Sirio nella mitologia egizia.

Ultime news...

Ultimi 7 giorni

Follow by Email.:

Lettori fissi