Facebook Twitter Google RSS
Powered by Blogger.

Mondo News

Misteri

Astronomia

Clima

Archeologia

giovedì 2 ottobre 2014

Alex Collier: esistono alieni manipolatori che hanno alterato la storia degli esseri umani

MondoTempo Reale     09:48  


Il ricercatore David Icke e il contattista Alex Collier sono dell’opinione che nel 1930 gli Arconti manipolatori avrebbero alterato la storia ingloriosa degli esseri umani

Gli alieni manipolatori non erano soddisfatti della supremazia intellettuale degli esseri umani e presero delle misure per deformare i ricordi della loro mente ottenendo un apparentemente successo in questa loro missione. La “Guerra extraterrestre” avrebbe avuto luogo nel 1930 il cui ricordo era stato cancellato dalla mente della gente di allora. Inevitabilmente, gli alieni avrebbero manipolato la nostra storia e invaso il nostro spazio temporale per soddisfare solo i loro interessi. Senza dubbio, furono i principali responsabili di quella guerra che avrebbe avuto luogo nel 1930 a seguito della quale riuscirono a rimuovere i ricordi della gente. Questa alterazione dei ricordi è ancora presente in tutti noi e la nostra considerazione del tempo attuale è il risultato di quella missione. Alex Collier, che opera su una superiore coscienza dimensionale ha fatto notare che la missione di alterazione era stata effettuata dagli alieni che gli avrebbero fornito queste informazioni.

A causa di questa ingerenza aliena, noi, esseri umani, siamo stati affondati nel mare del nulla in modo da non ricordare il nostro passato e di dimenticare di affrontare i nostri interrogativi relativi alla nostra esistenza. Senza dubbio, ancora oggi non siamo in grado di rispondere a queste fondamentali domande; chi siamo? Da dove veniamo? Quale e come sarà il nostro futuro?

Alex Collier suggerisce che questi alieni manipolatori e dimensionali avrebbero alterato il corso della nostra storia in modo da soddisfare i loro interessi. Egli riferisce inoltre che nel 1930 gli scienziati nazisti avrebbero prodotto un portale del tempo che avrebbe consentito loro di controllare il mondo iniziando cosi’ l’infiltrazione nello spazio-temporale umano soddisfando gli interessi degli alieni interdimensionali conosciuti come Arconti i quali sarebbero tornati per cambiare la storia degli esseri umani caratterizzata da guerre, catastrofi e distruzioni. Il passato distruttivo dell’umanità sarebbe stato progettato come il nostro futuro. Alex Collier aggiunge inoltre che questi Arconti avrebbero cambiato la nostra storia con lo scopo di governare le nostre menti.

Inutile dire che qualora l’Uomo avesse le capacità di viaggiare nel tempo viaggiare, egli potrebbe alterare il corso della storia. Questo è quanto stato riferito da questi alieni. Il loro presunto tempo di percorrenza nello spazio-tempo opina che questi esseri erano in grado andare indietro nel tempo in modo da cambiare l’intellettualità e la coscienza di tutto il genere umano. Secondo le intuizioni di Alex Collier questi alieni non sono i soli in grado di fare tutto questo. 

Ci sarebbe un altro presunto gruppo chiamato Sirio B, che aveva operato la stessa alterazione nel nostro passato. Ci sono voluti anni per capire la vera agenda,anche se alcuni sono giunti alla conclusione che gli alieni avrebbero fatto tutto questo con l’intento di controllare gli esseri umani e la loro mente. Le intuizioni di Alex Collier ritengono che il disastro di Fukushima è stato uno degli eventi orchestrati da alcuni alieni attraverso la creazione e la manipolazione di particolari eventi storici. Questi ricercatori suggeriscono di indagare su ciò che l’essere umano ha imparato dai libri di storia. Gli esseri umani dovrebbero scoprire la realtà del loro passato in modo che esso non venga controllato da esseri di una dimensione inferiore che cercano di violare la sovranità umana.

Oltre a queste affermazioni ,esiste anche una intervista ad un ex dipendente dell’aria 51 dove parla di Alieni pericolosi.

Area 51 – Un ex impiegato governativo che dice di aver lavorato presso il sito top secret S4 dell’Area 51, dichiara alla trasmissione Art Bell che gli alieni vogliono spazzarci via. L’ex impiegato non ha comunicato ovviamente il suo nome, ma ammette di essere controllato, spiato e in fuga. Poi chiama alla radio durante la trasmissione Art Bell e rivela inquietanti relazioni complottiste tra esseri extra dimensionali e militari.

Pomeriggio qualunque si trasforma in incubo: Denver sconvolta da tempesta di grandine

MondoTempo Reale     09:40  


Siamo negli USA, terra del meteo estremo, terra dei mega temporali. Le previsioni parlavano chiaro: allerta massima, poteva scatenarsi una tempesta. Ed è così che su Denver, in Colorado, un normale pomeriggio d'inizio autunno s'è trasformato in incubo.



L'area metropolitana è stata sconvolta da un mega temporale grandinigeno, capace di scagliare al suolo chicchi di grandine come fossero proiettili. I video che vi mostriamo ci aiutano a capire quale sia stata l'intensità dei fenomeni. Grandine che ovviamente, viste le dimensioni, ha provocato danni materiali ingenti.




http://www.meteogiornale.it/

Enorme voragine si apre all’improvviso ed inghiotte un auto: 6 vittime

MondoTempo Reale     09:38  

Un enorme Sinkhole, si è aperto inghiottendo un auto piena che arrivava, le vittime registrate sono state 6

Enorme voragine si apre all’improvviso ed inghiotte un auto: 6 vittime- Un incidente terribile, è costato la vita 6 persone, stavano percorrendo la strada di Simferopoli, in Crimea, quando un’enorme voragine si è improvvisamente aperta inghiottendo l’auto e tutti i passeggeri a bordo. Uno sfaldamento del terreno ha quasi per certo fatto cedere la strada, creando un Sinkhole di 8 metri di larghezza per quasi 7 di profondità.
Nell’incidente hanno perso la vita, moglie e marito di 33 e 34 anni, i due figli gemelli di soli 3 anni, un ragazzo di 16 anni e un’amica della coppia di 37 anni. L’uomo ha tentato invano di frenare ma non ha fatto in tempo, dall’altro lato arrivava un’altra auto che a differenza è riuscita pero’ a fermarsi in tempo

http://www.centrometeoitaliano.it/

In Francia si decreta la condanna a morte dell’euro!

MondoTempo Reale     09:33  
Finalmente i nostri cugini d’oltralpe l’hanno capito: ciò che doveva servire a mettere sotto tutela la Germania si è rivelata essere invece la più formidabile arma per mettere tutta l’Europa sotto la loro egemonia! Il Governo ha fatto sapere alla Commissione Europea, per voce del Ministro delle Finanze Michel Sapin, che la Francia “rifiuta l’austerità” e per “rimettere il Paese sulla strada giusta” non rispetterà gli obiettivi di deficit fino al 2017!
Infatti per quest’anno si prevede nei conti francesi un deficit del 4,4%, un 4,3% nel 2015 e un 3,8% nel 2016 e tutto questo senza chiedere permessi a nessuno e tantomeno temendo l’arrivo di letterine varie affrancate a Francoforte, rimbrotti di qualche Commissario UE di turno genuflesso o attirarsi i fuochi e i fulmini dei falchi tedeschi con annesse minacce sul rispetto dei patti sottoscritti. Viva la faccia dei francesi che hanno la forza politica di poterselo permettere, rispetto alle pietose scene di molti personaggi italiani, più assimilabili a maggiordomi accondiscendenti che a politici che operano nell’interesse del proprio Paese, sempre pronti a prostrarsi in inchini alla corte di Berlino subito dopo aver incassato la fiducia dal Parlamento! Comportamento deleterio che produce il duplice effetto negativo di riconoscimento della loro egemonia e l’ancora più grave certificazione della bontà delle loro politiche economiche che hanno finora letteralmente “appestato” di deflazione non solo l’intero Vecchio Continente, ma anche mezzo Mondo! Parigi ha giustamente preferito fare gli interessi del proprio Paese e non quelli degli altri, rifiutandosi di perseguire politiche economiche completamente errate e pertanto ha fatto sapere che “il governo, assumendosi la responsabilità di bilancio di rimettere sulla giusta strada il Paese, respinge l’austerità”. Non sappiamo ancora come reagirà la Germania dopo aver preso questo sonoro schiaffone proprio dall’altro paese con cui aveva concordato questa aggregazione monetaria, ma è da scommetterci che non potrà fare più di tanto e dovrà tacere nei fatti come d’altronde fecero tutti gli altri paesi, zitti e “distratti”, quando nel 2003 furono proprio loro a sforare i “sacri” parametri di Maastricht! Ma ora le implicazioni sono molto più complesse: è in atto da sei anni una recessione economica fra le più devastanti della Storia economica, e il governo francese raggiungendo deficit con questi valori percentuali per più esercizi continuativi, se da una parte darà una boccata d’ossigeno all’economia domestica, dall’altra non farà altro che aumentare il proprio debito pubblico, che per loro stessa ammissione si avvicinerà presto alla psicologica soglia del 100% sul PIL, senza tuttavia poter usare strumenti autonomi di politica economica e monetaria per poterlo gestire. Sarà questa la mossa di Parigi nel prossimo futuro, cioè riprendersi la sovranità monetaria persa, per gestire il debito e per far fronte alle reali esigenze del Paese e non gli assurdi diktat della Troika? Perché il problema si presenterà molto presto e dubito che i francesi siano disponibili come gli italiani nel convivere con avanzi primari da uccidere una mandria di elefanti in corsa e che hanno distratto negli anni risorse enormi all’economia del paese facendoci precipitare nella più devastante crisi dal dopoguerra. Di una cosa siamo ormai certi: con la decisione della Francia di ritornare alla propria politica economica, infischiandosene alla grande del modello economico proposto-imposto dalla liturgia tedesca che si fonda sulla stabilità dei prezzi e l’esasperato rigore dei conti pubblici come presupposto per la crescita, il conto alla rovescia dell’euro è iniziato! I “nostri” (si fa per dire!) hanno recepito il messaggio dei francesi e faranno meno inchini pensando di più all’interesse del “proprio” (anche qui per modo di dire!) Paese o continueranno indefessamente ad eseguire ciecamente gli ordini dell’asse Bruxelles-Francoforte-Berlino? Nel frattempo, Vive la France, e detto da un italiano…vale doppio!
 http://www.formiche.net/

 http://sadefenza.blogspot.it

120 mila anni fa si fumava cannabis: le prove scoperte in una tomba paleolitica in Pakistan

MondoTempo Reale     09:31  
Durante uno scavo archelogico in un sito paleolitico nella zona montuosa dell’Hindu Kush, in Pakistan, gli archeologi hanno scoperto quella che sarebbe la più antica prova di utilizzo intenzionale di sostanze a scopo psicotropo da parte dell’uomo. Durante la ricerca, in un sito paleolitico, gli scienziati hanno scoperto semi, resina e cenere, associata alla sottospecie indica della pianta di cannabis sativa

BRUCIAVANO CANNABIS NELLA GROTTA PER RESPIRARNE IL FUMO. Le analisi chimiche eseguite su un piccolo vaso di ceramica trovato nella tomba di quello che doveva essere un capo locale o uno sciamano, hanno rivelato che conteneva resina di cannabis, cioè hashish. Secondo il professor Muzaffar Kambarzahi del National Institute of Historical & Cultural Research (NIHCR) dell’Università Quaid-i-Azam, responsabile del team di scienziati che hanno lavorato allo scavo “la posizione e il contesto in cui è stata ritrovata la cannabis, ci portano a credere che sia stata utilizzata per scopi rituali. Sembra che gli occupanti del sito gettassero grandi quantità di foglie, gemme e resina nel camino situato sul fondo della grotta, allo scopo di riempire l’intero sito con il fumo che respiravano per godere delle sue proprietà psicotrope”.

LA PIU’ ANTICA PROVA DI CONSUMO INTENZIONALE DI DROGHE. Il sito in questione, ritrovato nel dicembre 2013 nella provincia pachistana del Khyber Pakhtunkhwa è uno dei più antichi mai ritrovati nell’Asia meridionale, e secondo gli studiosi le varie grotte che compongono l’insediamento sarebbe state abitate per più di 2500 anni durante il periodo neolitico. Sino a questa scoperta la più antica prova dell’uso intenzionale di cannabis si riteneva essere il ritrovamento di semi carbonizzati in un bracere rituale ritrovato in Romania e datato al terzo millennio A.C. Mentre nel 2003 un cesto di pelle contenente frammenti di foglie e semi di cannabis venne ritrovato accanto al corpo mummificati di uno sciamano del 2500-2800 A.C. nella Cina nord-occidentale. Prove del consumo di cannabis sono state trovate anche nelle mummie egizie datate circa 950 A.C.


 http://ilquieora.blogspot.it/2014/10/120-mila-anni-fa-si-fumava-cannabis-le-prove-scoperte-in-una-tomba-paleolitica-in-pakistan.html#more

Un vulcano sulla luna ha generato uno dei più grandi mari lunari, l’Oceano delle Tempeste

MondoTempo Reale     09:28  
E’ stato un vulcano a dare origine a uno dei piu’ grandi mari lunari, l’Oceano delle Tempeste, e non l’impatto di un asteroide come si e’ creduto finora. E’ quanto emerge dalla ricerca pubblicata sulla rivista Nature e condotta dal gruppo della Colorado School of Mines coordinato da Jeffrey Andrews-Hanna. I ricercatori si sono basati sulle osservazioni compiute dalle sonde gemelle della Nasa Grail (Gravity Recovery and Interior Laboratory), che dalla fine del 2011 sono in orbita intorno alla Luna per studiarne la struttura interna. I dati indicano che l’Oceano delle Tempeste (in latino Oceanus Procellarum) si sarebbe formato fra 3 e 4 miliardi di anni fa da un flusso gigantesco di lava che, solidificandosi ha generato i basalti scuri che ‘disegnano’ la faccia della Luna visibile dalla Terra. Ricostruire la storia di quest’area vasta tre volte gli Stati Uniti e’ stato possibile grazie alle anomalie segnalate dalle sonde Grail nel campo gravitazionale della Luna. Questi dati hanno rilevato nel sottosuolo una forma rettangolare del diametro di oltre 2.500 chilometri: probabilmente i resti di antiche spaccature dalle quali sarebbe fuoriuscito il magma. I ricercatori hanno inoltre rilevato un’alta concentrazione di elementi radioattivi (come uranio, torio e potassio) che producono calore e che possono aver rallentato il processo di raffreddamento di questa zona quando ormai tutto il resto del suolo lunare era gia’ solidificato. Proprio questo “raffreddamento differenziato” avrebbe creato le spaccature osservate dalle sonde Grail.



http://www.meteoweb.eu/

Profondo ciclone artico spinge un nucleo di aria molto fredda sulla Russia europea, prime nevicate al suolo a nord di Mosca

MondoTempo Reale     09:25  
Come previsto, l’affermazione di una circolazione atmosferica a grandi onde lungo l’emisfero settentrionale, con veloci scambi di calore fra il polo e la fascia sub-tropicale, sta favorendo anche lo sviluppo di una nuova e profonda ciclogenesi, a carattere freddo, fra la Russia europea e gli Urali centro-meridionali. Difatti, lungo il lato orientale della grande ondulazione anticiclonica (onda risonante), che dal bacino centrale del Mediterraneo si distende fino all’estremo nord della Scandinavia e al mar di Barents, troviamo in azione una ampia saccatura artica, riempita con aria molto fredda di origine polare (supportata in quota dal ramo discendente del “getto polare” che scivola dal bordo orientale dell’anticiclone scandinavo), che dalla Novaja Zemlja affonda con un proprio asse principale fino al sud della Russia europea. Tale saccatura però, evolvendo molto lentamente verso est, subendo pesanti pressioni da ovest indotte dal robusto promontorio anticiclonico di blocco scandinavo, andrà rapidamente in fase di “Stretching”, favorendo la rapida evoluzione in “CUT-OFF” della saccatura.
eur_fullDurante la fase di “Stretching” della parte meridionale dell’asse di saccatura l’intenso“forcing” dinamico prodotto da questa creerà l’ambiente ideale per il rapido sviluppo di un importante processo ciclogenetico. Difatti, la saccatura scorrendo sopra una preesistenza zona“baroclina” nei bassi strati, preesistente sulla Russia europea, implicherà lo sviluppo di una ciclogenesi che tenderà a strutturarsi alle varie quote. Questo tipo di sviluppo può essere inteso anche secondo l’”IPV-thinking“. Il ramo più meridionale della saccatura, entro la prossima serata, evolverà rapidamente in una profonda ciclogenesi, colma di aria molto fredda nella media troposfera, che determinerà una brusca fase d’instabilità su gran parte della Russia europea, con piogge, rovesci di pioggia mista a neve, probabili grandinate di piccola taglia sul settore post-frontale, in piena avvezione fredda. La formazione di un sistema frontale nei bassi strati, in fase di occlusione, causerà fenomeni diffusi, anche a sfogo di rovescio, soprattutto nel sud-est della Russia europea, dove i contrasti termici fra l’aria fredda in scivolamento dal mare di Barents e quella molto più mite e umida preesistente nei bassi strati saranno più che sufficienti per la nascita di annuvolamenti cumuliformi sul settore post-frontale, come sulla linea del fronte freddo. Ma l’elemento saliente di questo vortice russo sarà rappresentato dalla discesa, lungo il suo bordo occidentale, di un blocco di aria molto fredda che domani raggiungerà la Russia centrale, causando un primo brusco abbassamento delle temperature su gran parte delle città russe.
ReurmettLo scivolamento dell’aria fredda, di origine polare, che dal ramo occidentale della saccatura si inserirà all’interno della giovane depressione in fase di isolamento sulla Russia europea orientale, agevolerà l’ulteriore quanto rapido approfondimento, nei medi e bassi strati, della giovane circolazione depressionaria “baroclina”, che nella prima mattinata di domani lambirà i997 hpa. La profonda depressione extratropicale, in fase di isolamento sulla Russia europea, con valori sotto i 997 hpa, tenderà a contrastare, poco più ad ovest, con il solido promontorio anticiclonico che si erge verso la Scandinavia, con massimi di oltre 1034 hpa fra Estonia e Lettonia. Le strette e concentriche isobare della circolazione ciclonica, posizionata sulla Russia europea, si addenseranno sulle isobare ellittiche presenti lungo il margine orientale della struttura anticiclonica, estesa fra Baltico e Scandinavia. Questo addensamento di isobare fra l’area anticiclonica scandinava e la profonda depressione, a carattere freddo, russa, genererà un significativo “gradiente barico orizzontale” che si dispiegherà su gran parte della Russia centro-meridionale, favorendo l’ulteriore accelerazione dei freddi venti da NO e N-NO, che dal mare di Barents e dalla Novaja Zemlja scivolano fino alla Russia meridionale, pilotando su questa le masse d’aria molto fredde d’origine polare.
29597_737948679569683_1735159663_nI massimi di “gradiente”, localizzati sul lato sud-occidentale della depressione, lì dove si faranno più marcati e diretti i divari barici con il promontorio anticiclonico presente sull’area baltica-scandinava, determineranno l’attivazione di venti anche intensi, prevalentemente da NO, che interesseranno l’area fra gli Oblast’ di Kazan, Ceboksary, Begishevo e Samara, dove le raffiche potranno superare picchi di oltre 60 km/h(localmente anche più). Nelle prossime ore il nucleo freddo principale, caratterizzato da isoterme di -7°C -8°C a 850 hpa, dal mar di Barents si tufferà verso la Russia centrale, determinando un ulteriore diminuzione delle temperature, in un contesto di spiccata instabilità post-frontale, con il classico corredo di nubi “puntiformi” (la classica nuvolosità di carattere cumuliforme che accompagna l’ingresso delle masse d’aria fredde di origini sub-polari e polari) che potranno dare la stura a brevi rovesci di pioggia mista a neve o gragnola fino al piano. Delle piogge sparse e qualche fiocco di neve molto umido, fra la prossima notte e la giornata di domani, interesseranno anche le regioni della Russia centrale e l’area poco a nord di Mosca.
RUSSIA Snow 2Sulla capitale russa, a causa anche della ventilazione, le temperature di poco positive dovrebbero impedire l’avvento di probabili nevicate con accumulo al suolo. Nei prossimi giorni, fra domani e sabato, la vasta circolazione depressionaria fredda, ormai trasformatasi in“CUT-OFF”, pur indebolendosi, continuerà a stazionare sopra i territori della Russia europea, con un minimo attorno gli Urali, continuando ad essere alimentata da un ramo secondario discendente del “getto polare” che scivola dalla penisola Scandinava, bordandola lungo il suo ramo occidentale e meridionale per imprimergli ulteriore vorticità positiva che terrà in vita la struttura ciclonica, particolarmente strutturata in quota. Le temperature subiranno un ulteriore calo, soprattutto sulla Russia europea, dove a partire dalla nuova settimana, col rasserenamento dei cieli e l’indebolimento della ventilazione settentrionale, cominceranno a presentarsi le situazioni idonee alle prime gelate, per inversione. Ad inizio della nuova settimana, sopra le distese pianeggianti sarmatiche, si isolerà il primo nucleo di aria fredda che aprirà le porte per l’avvento dei primi freddi autunnali sul vecchio continente.
Two men walk along an embankment in an air temperature of about minus 30 degrees Celcius in Krasnoyarsk

http://www.meteoweb.eu/

Perché proteggere le aziende alimentari che frodano?

MondoTempo Reale     09:24  
Ancora contraffazioni alimentari, che con l'acuirsi della crisi secondo quanto riscontrato da Coldiretti sono aumentate enormemente.

Questa volta è stato scoperta un'azienda che produceva falsa mozzarella di bufala, in modo da vendere a caro prezzo mozzarelle prodotte con "latte di altra e non precisata natura."


Foto da La Discussione
Il personale del Corpo forestale dello Stato ha provveduto a fare ritirare ingenti quantita' di mozzarella dagli scaffali di sette supermercati toscani poiche' il prodotto riportava in etichetta di essere realizzato "con latte di bufala" mentre veniva prodotto utilizzando prevalentemente latte di altra e non precisata natura. Nel corso di un controllo effettuato in un noto discount di Ponte a Buggianese il personale del Comando Stazione di Pistoia hanno trovato esposte alla vendita confezioni di Mozzarella falsamente etichettate come prodotte con latte di bufala. L'etichetta, infatti, e' risultata ingannevole poiche' pubblicizzava un prodotto realizzato con latte di bufala mentre in realta', l'analisi degli ingredienti evidenziava come la maggioranza del latte adoperato fosse di altra natura, presumibilmente vaccina.

Anche questa volta le autorità non hanno reso nota l'azienda coinvolta. PERCHE'?

Ci e vi chiediamo se sia giusto proteggere le aziende che TRUFFANO i consumatori, talvolta con pratiche anche rischiose per la salute, anziché tutelare i cittadini, che hanno il DIRITTO SACROSANTO di conoscere quali aziende sono serie e quali no, dando loro la possibilità di BOICOTTARE chi truffa i consumatori. Farlo sarebbe giusto anche nei confronti delle aziende serie che rispettano le leggi ed i consumatori.

La rete dei controlli in Italia non è adeguata; le aziende con il sistema haccp "autocertificano" il rispetto delle normative, e talvolta un'azienda trascorre molti anni senza subire un controllo, che spesso - nei casi delle grandi aziende - sono concordati con le aziende (assurdo) e molto superficiali.

Le sanzioni per chi viola le normative sono blande, e anche nei casi più gravi nessuno passa un giorno in cella.

Se a questo aggiungiamo la "protezione" dell'identità delle aziende disoneste, è come legalizzare le frodi e le sofisticazioni alimentari. Informare i cittadini avrebbe invece un effetto deterrente nei produttori.


Leggiamo su La Discussione:
Staff nocensura.com

mercoledì 1 ottobre 2014

Allerta Meteo, ottobre inizia con le tipiche piogge autunnali: torna il maltempo in tutt’Italia

MondoTempo Reale     11:23  
anomalie piogge ottobre 2014 in europaInizia oggi il mese di ottobre e inizia con il ritorno del maltempo su gran parte d’Italia, dopo la parentesi di bel tempo garantita negli ultimi giorni di settembre dall’anticiclone delle Azzorre. Ma l’alta pressione si sta indebolendo a causa del peggioramento proveniente dalla Francia meridionale, dove nelle ultime 48 ore ci sono state piogge alluvionali. Sta già diluviando in Liguria e nelle prossime ore avremo dei fenomeni estremi anche al centro/nord e soprattutto in Toscana nel pomeriggio di oggi, mercoledì 1 ottobre. Domani, giovedì 2, il maltempo si sposterà al centro/sud con forti piogge e nubifragi temporaleschi tra Lazio e Campania.
Nel weekend, da venerdì in poi, il maltempo si sposterà al Sud e in modo particolare tra aree joniche e basso/adriatiche (Puglia).
Attenzione perchè secondo alcune proiezioni (vedi mappa accanto), inizia oggi un mese di ottobre di grandi piogge al Sud, mentre invece al centro/nord pioverà meno del normale.
http://www.meteoweb.eu/

Liquidazione anticipata e tasse: ecco come cambia lo stipendio

MondoTempo Reale     11:17  
Operai, impiegati e dirigenti: penalizzato dal Fisco chi guadagna di più
di ACHILLE PEREGO
MILANO, 1 ottobre 2014 - METTERE, anticipatamente, la metà del Tfr maturato ogni mese in busta paga, renderebbe subito un po’ più ‘ricchi’ i salari. Una ricchezza, però, con il trucco, perché viene semplicemente anticipato quello che ogni lavoratore incassa alla fine del suo rapporto con l’azienda. Nelle simulazioni che trovate in questa pagina – realizzate dall’Unione Artigiani di Milano – si può avere un’idea di quanto crescerà lo stipendio per un operaio, un impiegato e un quadro. Le buste paga arricchite dal Tfr sono state realizzate ipotizzando che il governo preveda di mantenere, anche con l’anticipo mensile, la tassazione separata del Tfr con un’aliquota agevolata del 23%. In caso contrario, se fosse applicata l’aliquota ordinaria in base al reddito, l’imposta Irpef potrebbe (per i redditi alti) addirittura raddoppiare poiché da 28 a 55mila euro lordi annui l’aliquota sale al 38% per passare al 41% fino a 75mila e poi al 43%.
Sempre per un calcolo di fasce e aliquote, l’operaio che ha una retribuzione ordinaria mensile di 1544 euro, più il bonus Renzi di 80 euro, vedrebbe la busta paga mensile netta aumentare da 1.238 a 1295 euro prendendo (esentasse) i 57,18 euro di Tfr. L’aliquota del 23%, in questo caso, scatterebbe quando verrebbe riscosso alla fine il Tfr conteggiando anche gli anticipi. Per un impiegato che riceve 1.765 euro mensili, più bonus e Tfr di quasi 64 euro, la busta paga salirebbe invece da 1.342 a 1.405 euro. Per un impiegato, invece, di più alto livello, con 2.085 euro di retribuzione lorda ordinaria, il Tfr mensile sarebbe di 77 euro, ma in questo caso comincerebbero a scattare le tasse: 17,7 euro. Così la differenza, con o senza Tfr, sarebbe tra un salario di 1608 euro e uno di 1.667. Infine, sempre per l’effetto Tfr (114 euro al mese meno 26 di imposte) un quadro riceverebbe un netto mensile di 2.292 euro al posto di 2.204.
a.pe.
di ACHILLE PEREGO

Ultime news...

Ultimi 7 giorni

Follow by Email.:

Lettori fissi