La Dea Madre - Madonne Nere ed altre immagini Mythic della Terra

Prima dell'avvento  del monoteismo, la religione del mondo antico era politeistica, animistica e sciamanica.
La religione della gente celta, germanica, baltica e di Slava, che ha abitato Europa prima dell'era cristiana, così come quella dei Greci e dell'altra gente mediterranea,era animistica: gli dei ed le dee, le intelligenze viventi della natura, erano percepiti ed adorati nei  boschetti , nella  foresta, in zone sacre sulle parti superiori della montagna e nei cerchi di pietra grandi. Oltre che i dei e le dee c’ erano altri esseri connessi con la natura, che non erano umani, ma certamente superiori agli esseri umani tali da  meritarsi del rispetto, quali i giganti ed i nani, gli elfi ed i trolls, le fate, gli gnomes, le crisalidi, le sirene .Questi esseri potevano essere invocati  da chiunque  fosse disposto a seguire la via insegnata dagli sciamani e dai loro successori le streghe, le donne sagge, usando le piante e le pietre magiche, canti, balli e rituali.
Questa è la religione della natura che è stata eliminata dal monoteismo cristiano durante i secoli primissimi della nostra era. Gli dei  di Pagani  sono stati demonizzati o si ne negata la loro esistenza. Coloro che seguono  la vecchia religione della natura sono stati marcati  come "pagani", che originalmente significa semplicemente "gli abitanti del paese" o "abitanti della brughiera". Alcuni degli dei pagani sono stati assorbiti dal credo cristiano, poichè alcuni posti sacri tradizionali sono divenuti sedi di santuari e chiese. Sotto l'influenza del monoteismo del giudeo-Cristiano il genere di consapevolezza, diretta delle presenze spirituali  della  natura, che i nostri antenati pagani hanno onorato, è stato perso gradualmente. Come William Blake ha detto, "gli uomini si sono dimenticati così, che tutti gli dei  vivono all'interno del seno umano."
LE MADONNE NERE
Ci sono circa 500 immagini  della  vergine  nera in varie chiese in Europa. Fra le più  note ci sono quelle nella cattedrale di Chartres in Francia , della Polonia in Czestochowa, della Svizzera a Einsiedeln, vicino a Zurigo, il Muttergottes ("madre del dio") in Altötting, vicino a München, in Baviera, e quello in Loreto, Italia. Questi santuari  della Madonna nera sono fra i posti più visitati  nella cristianità. (fig.9)
Anche  godendo del riconoscimento  popolare, le immagini della Madonna nera sono una fonte di un certo imbarazzo per la chiesa cattolica. Solitamente, le guide turistiche non fanno riferimento al colore; o quando provano a spiegarlo si  va dai riferimenti dell’effetto d'annerimento nei secoli del  fumo dalle candele e dei bruciatori di incenso. Occasionalmente, ci sono riferimenti al  cantico dell’antico testamento di Salomone, in cui la regina di Saba, canta: "sono nera, ma sono bella..
La vergine  nera è stato identificata con parecchie delle dee delle colture pre-patriarcali antiche: Cibele del Medio Oriente mediterraneo, Inanna sumerica, Anath siriana,  Lilith ebraica, Kali indiana, Diana e delle dee egiziane Neith e naturalmente Isis. Nelle colture d'adorazione della vecchia Europa e del Mediterraneo pre-patriarcale , il nero era il colore di fertilità e dell'abbondanza, come il terreno nero ricco del Nilo e di altre valli del fiume. Il bianco d'altra parte era il colore simbolico della morte e le immagini della dea  associata alla morte sono state intagliate in osso o marmo. Tuttavia, per il pastori nomadi Indo-Ariani, che hanno invaso l’Europa dal quarto millennio a.c., il bianco, l'oro ed il colore giallo erano i colori della vita del sole-dio; e nero era il colore degli dei  sotterranei di morte come Ade ed Ecate
Con l’avvento della religione patriarcale del dio e, in  seguito, delle tradizioni monoteistiche  dei giudeo-Cristiani, la religione degli dei  della natura del mondo arcaico sono state soppresse, desacralizzate e demonizzate. Il rituale sacro connesso con il culto di Inanna e di Ishtar è stato condannato come prostituzione. Lilith, che  rappresentava  l'autonomia sessuale femminile, la protezione del parto e dei bambini, è stata trasformata in un demone distruttivo che rubava i bambini. I preti e i teologi maschi hanno avuto buon gioco ad insistere sulle funzioni terrificanti del culto della dea, portando ad esempio i culti di Cibele, in cui i sacerdoti  offrivano  i loro genitali in  sacrificio alla dea. Diana è diventata la dea delle streghe. È stata associata  con la cristianità esoterica a partire dal dodicesimo secolo ad opera dei Templari. Tutti coloro che hanno provato a sanare la spaccatura dissociativa fra natura-eros e lo spiritualità ascetica  sono stati distrutti dalla chiesa di Roma
S’è salvata soltanto l'immagine del Madonna e del bambino nero, in sè basato sulle immagini egiziane di Isis con il bambino Horus, superstiti della  distruzione misogina dei cristiani. Il culto di Isis era la religione dominante del Mediterraneo durante i periodi tardo romani ed era arrivato anche  nelle terre occupate dai romani , compresa la Gallia. La città di Parigi è stata dedicata a Isis, poichè Lione era dedicata a Cibele, e Marsiglia a Artemis. (fig.10)
Come altre dee nere, Isis è la dea della terra, della vita e della morte. Nell'asino dorato di Apuleius, Isis parla:
"sono la natura, la madre universale, il mistero di tutti gli elementi, bambino primordiale, sovrana di tutte le cose spirituali , la regina dei morti, regina  degli immortali, la singola manifestazione di tutti i dei e tutte le dee. Io  sono.” Il testo continua affermando che è identica a Cibele, Artemis, Aphrodite, Persephone, Demeter, Juno e Hecate.
La dea nera della terra, compresa la Madonna nera, è stata tradizionalmente sempre invocata  durante i processi naturali della vita: aiutare  l'ammalato, facilitare i dolori del parto, portare la fertilità, confortare e guidare l’uomo nella morte. Ha sempre  rappresentato la persistenza della Dea  durante il periodo di predominanza dei  culti patriarcali  del dio maschio e rappresenta il bisogno di femmineo dell’animo umano, la dualità insita in ogni cosa, bene-male, notte-giorno, maschio-femmina, yang-yin.
Anche il testo sacro del cristianesimo, ribadisce il concetto  “dell’UNO” attraverso l’unione dei due opposti maschio e femmina, che nell’unione raggiungono la perfezione.

http://www.nuovaricerca.org/

Mondo Tempo Reale

About Sandu Trica

Mondo Tempo Reale è il blog che dal 2010 vi racconta le notizie più incredibili, strane, curiose e divertenti: fatti imbarazzanti, ladri imbranati, prodotti assurdi, ricerche scientifiche decisamente insolite.
{[['']]}
    Blogger Comment
    Facebook Comment