Terremoto: ecco come si misura la magnitudo



Per la misurazione della magnitudo di un Terremoto, si possono utilizzare diversi modi, tutti validi ma basati su parametri diversi e disponibili in tempi diversi

Per la misurazione della magnitudo di un Terremoto, si possono utilizzare diversi modi, tutti validi ma basati su parametri diversi e disponibili in tempi diversi. Si tratta, come ogni misurazione, di stime soggette a un certo margine di incertezza, man mano che vengono affinate le stesse misurazioni. Ciò è accaduto per esempio stamani, quando lo stesso istituto, l’Ingv, ha inizialmente indicato la scossa delle 10.25 in magnitudo 5,3 per poi ricalcolarla in 5,1 e la scossa delle 11.14 dal 5.4 a 5.5.

“Per rapidità – spiega il sismologo Salvatore Massa, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) – utilizziamo la magnitudo Richter, che misura l’ampiezza massima del sismogramma“, ossia del tracciato che arriva nella sala simica e che registra le misure fatte dai sismografi. L’Ingv utilizza un modello calibrato proprio per l’Italia centrale e basato sui dati che arrivano da una rete di stazioni sismiche con una densità decisamente maggiore rispetto a quella delle altre agenzie internazionali che utilizzano modelli diversi. Lo stesso Charles Richter, il sismologo che negli anni Trenta aveva elaborato la scala che porta il suo nome, non veniva considerata uno strumento ideale.

Per approfondire http://www.meteoweb.eu/2017/01/terremoto-ecco-come-si-misura-la-magnitudo/835518/#FLdGjA3Lc2D5kYvJ.99

About Sandu Trica

Mondo Tempo Reale è il blog che dal 2010 vi racconta le notizie più incredibili, strane, curiose e divertenti: fatti imbarazzanti, ladri imbranati, prodotti assurdi, ricerche scientifiche decisamente insolite.
{[['']]}
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento