Chi è stata "la regina dei nove giorni"?



Lady Jane Grey, pronipote di Enrico VIII, fu regina d'Inghilterra e d'Irlanda per soli nove giorni, dal 10 al 19 luglio 1553, e per questo è conosciuta come "the nine days queen".
Nata nel 1537 da Harry Grey, marchese del Dorset, e Frances Brandon, figlia di Maria Tudor e del potente duca di Suffolk, rispettivamente sorella e primo consigliere di Enrico VIII, educata nella fede protestante, Jane era quarta nella successione al trono inglese dopo i tre figli di Enrico - Edoardo, Maria ed Elisabetta - così come indicato dall'Act of Succession del 1543. Lo stesso atto impediva ai discendenti di Margherita Tudor, sorella maggiore di Enrico VIII, di avanzare diritti, in quanto sposata con un re straniero, lo scozzese Giacomo IV Stuart.

Ma alla morte del coetaneo Edoardo VI (1537-1553) Jane Grey si trovò catapultata, proprio su indicazione del giovane re - e al centro, suo malgrado, di trame di palazzo e ambizioni familiari - sul trono d'Inghilterra e d'Irlanda al posto di Maria. La principessa, poi nota come Bloody Mary, figlia di Enrico VIII e della prima moglie Caterina D'Aragona, era infatti cattolica, e invisa alla corte che voleva evitare il ritorno dei papisti.

Edoardo VI, salito al trono a soli 10 anni, nel 1547, debole ed inesperto, nell'ultimo periodo del suo breve regno aveva affidato il potere a John Dudley, duca di Northumberland, lord presidente del consiglio privato, uomo estremamente ambizioso e sostenitore della Chiesa d'Inghilterra. Dudley convinse Edoardo a nominare per testamento come suo successore al trono Jane Grey, che nel frattempo, nel maggio del 1553, poco prima dell'aggravarsi delle condizioni del re, era andata in sposa a suo figlio, il diciottenne Guildford Dudley.

Il testamento di Edoardo, suggerito da Dudley, risultava una palese forzatura rispetto all'Atto di successione (legge votata dal parlamento), appena smorzata dai riferimenti a quelle dichiarazioni di Enrico VIII che avevano reso "illegittima" Maria (nel 1532) e "bastarda" Elisabetta (nel 1536), dopo che le rispettive madri, Caterina e Anna Bolena, erano cadute in disgrazia. Da parte di Northumberland un tentativo politico assai spregiudicato, continuare a controllare il regno insediando sul trono figlio e nuora, dopo aver tentato senza successo di dare in moglie la principessa Elisabetta ad un altro suo figlio, Robert.

Il 9 luglio 1553, tre giorni dopo la morte di Edoardo, Jane Grey fu proclamata regina, ma Maria, appoggiata dal popolo che la considerava la legittima erede al trono, e da buona parte degli uomini politici del paese che mal sopportavano Northumberland, rivendicò i suoi diritti alla successione venendo acclamata e incoronata regina d'Inghilterra il 19 luglio 1553.

Jane fu deposta e imprigionata, assieme al marito, nella Torre di Londra, mentre John Dudley venne decapitato il 22 agosto. Dopo otto mesi di prigionia, la sorte di Jane Grey e Guilford Dudley fu segnata dalla continua minaccia di sommosse protestanti. La coppia fu decapitata il 12 febbraio 1554. Jane aveva appena 17 anni. Dal 1876, per decisione della regina Vittoria, le sue spoglie sono state traslate da una tomba anonima nella Cappella reale della chiesa di St Peter ad Vincula, nella Torre di Londra, accanto alle spoglie di Anna Bolena e Catherine Howard.

http://www.nationalgeographic.it/mondo-antico/2017/03/30/news/chi_fu_la_regina_dei_nove_giorni_sapevatelo-3477369/

About MondoTempo Reale

Mondo Tempo Reale è il blog che dal 2010 vi racconta le notizie più incredibili, strane, curiose e divertenti: fatti imbarazzanti, ladri imbranati, prodotti assurdi, ricerche scientifiche decisamente insolite.
{[['']]}
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento