I giganti della Rete dicono no al terrore: nasce il Global Internet Forum



Facebook, Microsoft, Twitter e YouTube mettono lʼintelligenza artificiale al servizio della guerra allʼestremismo. Un patto per conciliare libertà dʼespressione e censura dei contenuti violenti

Facebook, Microsoft, Twitter e YouTube si uniscono nella lotta alla diffusione di contenuti terroristici online annunciando la creazione del "Global Internet Forum to Counter Terrorism". I colossi dell'hi-tech mettono in evidenza in una nota il loro progetto: "Crediamo di poter avere un impatto maggiore sulla minaccia del contenuto terroristico online lavorando insieme e condividendo il meglio delle nostre rispettive tecnologie e modalità operative".

Bilanciare la libertà d'espressione e la censura del terrore - "La nostra collaborazione - assicurano i big della Rete - si focalizzerà sulle situazioni tecnologiche, sulla ricerca e sulle partnership con governi e gruppi di cittadini".

I grandi gruppi del settore da tempo stanno cercando una soluzione per bilanciare da una parte la libertà di parola e dall'altra la necessità di censurare ogni contenuto che sostiene il terrorismo e la sua diffusione. In passato in effetti i colossi della Silicon Valley sono stati attaccati per aver fatto poco o nulla per prevenire il terrorismo: l'Isis infatti usa Facebook, Twitter e YouTube per diffondere il suo messaggio e reclutare nuovi jihadisti.

L'intelligenza artificiale contro l'estremismo La nuova "alleanza" ha lo scopo di diffondere le migliori pratiche per "identificare contenuti" e usare "tecniche di classificazioni" attraverso l'intelligenza artificiale. In questo modo i gruppi vogliono arrivare ad alti standard di trasparenza per rimuovere i contenuti che sostengono il terrorismo.

Partnership e alleanze - La partnership prevede la collaborazione con le Nazioni Unite, l'Unione europea, i governi. Ma anche con le aziende tecnologiche più piccole, la società civile, gli accademici, i governi, tutti gli organismi sovranazionali. Darà grande importanza anche al rispetto della privacy e a quello della libertà di espressione. Già a dicembre Google, Facebook, Twitter e Microsoft avevano iniziato a lavorare insieme per individuare video e immagini che promuovono il terrorismo e creare un metodo per eliminare questi contenuti da tutte le piattaforme, grazie all'uso di un database di impronte digitali condivise. L'obiettivo finale dell'operazione è quello di rendere le quattro società spazi finalmente "ostili per i terroristi e gli estremisti violenti".

http://www.tgcom24.mediaset.it/tgtech/i-giganti-della-rete-dicono-no-al-terrore-nasce-il-global-internet-forum_3080897-201702a.shtml

About Sandu Trica

Mondo Tempo Reale è il blog che dal 2010 vi racconta le notizie più incredibili, strane, curiose e divertenti: fatti imbarazzanti, ladri imbranati, prodotti assurdi, ricerche scientifiche decisamente insolite.
{[['']]}
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento