Stazione spaziale cinese Tiangong-1 fuori controllo: impatto stimato per il giorno di Pasqua



Continua l'inesorabile discesa verso la Terra della stazione spaziale cinese Tiangong-1 che dovrebbe impattare la Terra domenica 1 aprile quando in Italia saranno le 12,25 (10,25 UTC)
Continua l’inesorabile discesa verso la Terra della stazione spaziale cinese Tiangong-1 che dovrebbe impattare la Terra domenica 1 aprile quando in Italia saranno le 12,25 (10,25 Utc), secondo l’ultima stima fornita dall’Agenzia Spaziale Italiana e dalla Protezione Civile che oggi pomeriggio hanno incontrato la stampa nella sede operativa del Dipartimento a Roma. La stima è soggetta a variazioni in funzione dell’evoluzione del flusso solare e tempeste geomagnetiche.

“La Protezione Civile sta monitorando costantemente con l’Asi, ci riuniremo il 29 con il tavolo tecnico “composto anche da Enac, Enav, Ispra e Difesa“, ha riferito il Capo del Dipartimento Angelo Borrelli.

“Siamo proprio all’ultimo miglio” ha confermato il fisico dell’Asi Claudio Portelli chiarendo che questa stima comunque “ha un intervallo di confidenza dell’80%, ad oggi cioè c’è un margine di variabile di errore più o meno di 48 ore”.

“Solo 40 minuti prima dell’impatto” si potrà sapere dove arriveranno i detriti della stazione spaziale cinese Tiangong-1, il rientro incontrollato è stimato ad oggi la mattina di Pasqua, domenica 1 aprile, alle 12,25 ora italiana e “con questo evento si apre un nuovo capitolo dì early warning ” della popolazione. A evidenziarlo è stato il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

Ma, nel corso di un incontro oggi pomeriggio nella sede operativa di Roma del Dipartimento della Protezione Civile, il fisico dell’Asi Ettore Perozzi ha specificato che “solo 36 ore prima dell’impatto si delineerà la geometria del territorio italiano che potrebbe essere coinvolto” dalla caduta dei frammenti spaziali. In questo contesto Borrelli, ha descritto un percorso di allerta per la popolazione attraverso il ” coinvolgimento dei media” che “rappresenta i primi passi di un sistema di early warning nazionale” . “Useremo le pagine social del Dipartimento, il nostro sito è sempre attivo, anche il numero unico del servizio emergenze, chiediamo a tutti i media di cooperare perché ci saranno appena 40 minuti per allertare la popolazione se scattasse l’allerta in Italia” ha aggiunto Borrelli.



Per fronteggiare casi di emergenza come questi o un allarme tsunami, “si potrebbe realizzare una piattaforma per un allerta diretta dei cittadini anche con Sms, si dovrebbero investire circa 5-6 milioni di euro ed è – ha proseguito Borrelli- un investimento che stiamo valutando” e di cui si sta ragionando con gli operatori tic.

A scrutare il rientro incontrollato della Tiangong-1 è una rete di 5 telescopi cui 1 dell’Italia, 2 della Francia, 1 della Spagna ed uno della Germania. “È la prima volta che
si attiva un coordinamento europeo ” di questo tipo per il rientro di satelliti e loro frammenti dallo spazio”. “Per la prima volta quattro Paesi europei si stanno coordinando” su attività che riguardano lo spazio ed il rientro sulla Terra di un detrito spaziale , ha evidenziato il capo ufficio stampa dell’Agenzia Spaziale Italiana, Pina Piccirilli. Del resto, “proprio mentre entrava in vigore l’ora legale, un altro detrito spaziale è caduto sulla Terra ed è stato anche filmato”.

Il telescopio italiano che sta ‘seguendo’ la Tiangong-1 si trova in Sardegna e, oltre ai 5 telescopi, a monitorare il rientro della stazione cinese ci sono anche radar di tracciamento, sensori di tracciamento e sensori ottici, è stato spiegato dagli esperti Asi. “Questa è una novità assoluta ” ha aggiunto Piccirilli.



A livello mondiale, inoltre, a scrutare il rientro della stazione spaziale cinese ci sono ben 13 agenzie spaziali al lavoro e la fascia di caduta dei detriti è 44 gradi Nord e 44 gradi Sud.

Con la vicenda della Tiangong-1, “ciò che sta accadendo-ha chiarito ancora il fisico dell’Asi Ettore Perozzi- è che ci stiamo tutti, cittadini compresi, rendendo conto, stiamo acquistando consapevolezza, che siamo una ‘società spaziale’, quindi, come è accaduto per il traffico aereo, stiamo iniziando come Agenzia Spaziale Italiana ha rendere questo scenario attivo” è più concreto.

Per approfondire http://www.meteoweb.eu/foto/stazione-spaziale-cinese-tiangong-1-fuori-controllo/id/1069378/#ufo1OQbUch0SGcHm.99

About Sandu Trica

Mondo Tempo Reale è il blog che dal 2010 vi racconta le notizie più incredibili, strane, curiose e divertenti: fatti imbarazzanti, ladri imbranati, prodotti assurdi, ricerche scientifiche decisamente insolite.
{[['']]}
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento