Il caso del Ghiaccio Polare, e del suo mancato scioglimento nella zona artica



Sta diventando un caso il mancato completo scioglimento del ghiaccio artico che doveva avvenire, stando alle previsioni degli esperti, tra il 2014 ed il 2015, “al più tardi nel 2016”.

Ed invece il ghiaccio continua ad essere ben presente e con estensione e spessori maggiori rispetto al minimo storico che è stato raggiunto nell’anno 2012.

Proprio l’Estate del 2013 è stata quella che ha determinato la svolta principale: un’estate polare fredda, che ha causato un incremento di ghiaccio del 33%, a cui si è unito un ulteriore incremento del 25% nell’Estate del 2014.

Attualmente, il ghiaccio artico è in ulteriore fase di recupero sul lato orientale: il grafico sottostante mostra la Baia di Hudson avere la sua massima estensione di ghiaccio, in questo periodo dell’anno, dal 1992.

Un po’ più in sofferenza invece il ghiaccio sul lato occidentale russo, tuttavia oramai siamo praticamente al termine della stagione polare con temperature sopra lo zero, e sta per ricominciare il freddo ed il processo di ricongelamento.

Il minimo di estensione dei ghiacci artici si dovrebbe comunque raggiungere tra un mese circa, le proiezioni danno una stagione praticamente in linea con quella dello scorso anno, dal punto di vista del minimo annuo.

Ovviamente le previsioni degli anni passati sono state completamente capovolte, gli scienziati si chiedono come possa il ghiaccio artico recuperare terreno con effetto serra e Global Warming in aumento.

Il fatto notevole è che il ghiaccio sta incrementandosi anche dalla parte opposta, nel Continente antartico.

http://freddofili.it/

About Sandu Trica

Mondo Tempo Reale è il blog che dal 2010 vi racconta le notizie più incredibili, strane, curiose e divertenti: fatti imbarazzanti, ladri imbranati, prodotti assurdi, ricerche scientifiche decisamente insolite.
{[['']]}
    Blogger Comment
    Facebook Comment