Prostituzione, multe salate a casa dei clienti: ​a Roma la proposta che fa discutere

ROMA - Multe salate per i clienti, facendo arrivare a casa loro le contravvenzioni anche solo per violazioni del codice della strada. E sanzioni meno pesanti per le prostitute. Un'idea non nuova, di cui aveva già parlato a inizio anno il sindaco Ignazio Marino e appoggiata in seguito anche dal prefetto Franco Gabrielli.
«Stiamo pensando di multare i clienti», ha detto Rossella Matarazzo, vicecapo di gabinetto del sindaco con delega alla sicurezza. Ma la proposta non piace alle nove consigliere comunali del Pd. «La prostituzione è in primis un problema di tratta di esseri umani», dicono, e chiedono più coordinamento con le forze dell'ordine e con le associazioni a difesa delle donne. Nei mesi scorsi Marino aveva parlato in particolare di multare i clienti delle prostitute nelle zone frequentate dalle famiglie, con una sanzione recapitata a casa «in cui si dice chiaramente che la multa di 500 euro è legata al fatto che si intrattenevano» in strada per il sesso a pagamento. Un'ipotesi che però aveva visto contrario il Garante della Privacy.

Il prefetto aveva detto che il fenomeno della prostituzione potrà essere «fortemente compresso, se non annullato, attraverso multe salatissime nei confronti dei clienti». Oggi Matarazzo, che sta curando l'aggiornamento del regolamento di polizia urbana, fermo a 68 anni fa, ha spiegato: «Pensiamo di concentrare le sanzioni sui clienti che sono uno degli anelli della filiera, per un importo di 500 euro. Ma anche a una sanzione per la prostituta, di importo inferiore». «La sanzione arriverà a casa, così le mogli saranno ben liete di riceverla... - ha detto Matarazzo, dirigente di polizia in aspettativa -. Cosa ci sarà scritto? L'indicazione della sanzione, magari semplicemente una violazione del codice della strada. Però è difficile spiegare alla moglie perchè ci si trovava alle 2 di notte sulla Salaria...». E oggi il Comune di Fiumicino fa sapere che due clienti multati ieri hanno pagato 450 euro a testa, probabilmente per evitare la lettera a casa. Matarazzo non abbandona l'idea dello 'zoning' - aree dedicate alla prostituzione in sicurezza - lanciata mesi fa da Andrea Santoro (Pd), presidente del IX Municipio, quello dell'Eur, una zona ad alta densità di prostitute in strada. «Ma quello è un progetto più complesso - dice Matarazzo -. Anzi pensiamo di utilizzare parte degli introiti delle sanzioni per progetti di vicinanza e recupero delle prostitute vittime di tratta».

Il regolamento di polizia urbana prevede anche una lotta senza quartiere ai mozziconi di sigarette lasciati per strada. Si pensa a sanzioni di circa 200 euro per chi butta le cicche in terra. E potrebbero esserci dipendenti comunali 'controllorì delle infrazioni. Anche questa proposta dovrà prima passare al vaglio della Giunta Marino, ma ha già ricevuto il sostegno del ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti.

http://www.leggo.it/

About Sandu Trica

Mondo Tempo Reale è il blog che dal 2010 vi racconta le notizie più incredibili, strane, curiose e divertenti: fatti imbarazzanti, ladri imbranati, prodotti assurdi, ricerche scientifiche decisamente insolite.
{[['']]}
    Blogger Comment
    Facebook Comment