Gli 8 cimiteri più strani del mondo



In questi giorni, molti di noi sentono il dovere di porgere un saluto e ricordare i propri cari scomparsi. C’è chi lo fa ogni giorno, chi invece a causa della frenesia della propria vita, trova il tempo solamente in questi giorni di festa. Di posti strani ne è pieno il mondo, ma di cimiteri strani, macabri e impensabili ve ne è di più. Ecco, che allora vi proponiamo una raccolta dei cimiteri più strani del mondo. Iniziamo da un luogo tutto italiano. Siamo a Palermo, dove è possibile visitare le Catacombe dei frati cappuccini. Qui, dove è possibile vedere la tomba di una bambina di due anni, il cui corpo è intatto, è possibile anche comprendere gli usi ed i costumi dell’epoca. Le Catacombe hanno avuto l’onore di essere visitate da numerosi intellettuali, tra questi ricordiamo Alexandre Dumas, Mario Praz, Guy de Maupassant, Fanny Lewald e Carlo Levi. Al suo interno è possibile prendere visione di 45 corpi mummificati. L’attività di mummificazione si diffuse, per uno stretto volere, della popolazione stessa; che poteva così vedere e piangere il proprio caro. In Perù, invece, è possibile visitare il cimitero di Chauchilla,in Perù. La necropoli, risalente a più di 1000 anni fa, è l’unico sito in cui le mummie, in posizione fetale, sono conservate in tombe a cielo aperto. La posizione è dovuta alla credenza, secondo la quale, una volta morti i soggetti sarebbero rinati.
Vecchio_cimitero_ebraico_di_PragaIn Tunisia, invece, in epoca antica erano diffusi i sacrifici umani. Tra le vittime molte erano bambini. Gli abitanti, credevano allora di compensare l’atto macabro con la sepoltura ed il ricordo di coloro, che dovevano subire questa triste sorte. Testimonianza di ciò, è il Santuario di Thopet, risalente al periodo punico di Cartagine. Meno amorevoli, invece le popolazioni del Belize. Qui, infattiè possibile trovare la Grotta di Actun  Tunichil Muknal, utilizzata dai Maya per i propri sacrifici. Tra le vittime è possibile vedere la fanciulla di cristallo, una donna di circa vent’anni, che fu bastonata e trafitta con sottili aghi e lasciata morire dissanguata. Pietrificata nel terreno, il suo scheletro perfettamente conservato brilla con la calcite. C’è chi invece ha una particolare cura dei propri cari, tanto che per tenerli al sicuro decide di seppellirli in bare incastonate nella roccia. Siamo a SagadaFilippine e qui la tribù di Igorot per favorire un maggior contatto con gli antenati decise di far riposare i propri cari, nel punto più alto del villaggio. Molte altre etnie non hanno avuto la possibilità di poter dare ai propri morti una degna sepoltura. E’ quello che è accaduto ad esempio a Praga, dove il vecchio cimitero ebraico era l’unico luogo, in cui la popolazione poteva seppellire i propri cari. Ad oggi, è uno dei luoghi più macabri e desolati a causa della sovrapposizione di tombe. Durante l’occupazione tedesca, questi decisero di risparmiare il luogo proprio per dare testimonianza dell’esistenza di un popolo, ormai, estinto. In Russia, invece, in alcuni luoghi sembra essere fondamentale dare l’impressione che i propri cari vivano anche dopo la morte, in luoghi accoglienti e sicuri. Ecco che, un luogo desolato prende il nome di città dei morti. Infatti, le case che arricchiscono la pianura, sono in realtà luoghi dove sono conservati i resti della popolazione. Le catacombe di Parigi, invece, sono uno dei posti più macabri del mondo. Nei sotterranei della città è possibile prendere visione, di strutture create con le ossa degli oltre sei milioni di abitanti della città. Insomma, proprio domani sarà la festa dei morti, in cui molti di noi saranno impegnati a visitare i luoghi in cui riposano i nostri cari, fortunati di riposare in luoghi “gradevoli” e normali.


http://www.meteoweb.eu/

Mondo Tempo Reale

About Sandu Trica

Mondo Tempo Reale è il blog che dal 2010 vi racconta le notizie più incredibili, strane, curiose e divertenti: fatti imbarazzanti, ladri imbranati, prodotti assurdi, ricerche scientifiche decisamente insolite.
{[['']]}
    Blogger Comment
    Facebook Comment