Il 31 dicembre il tempo si fermerà: tutto per colpa di un secondo di troppo



Un secondo di troppo, al contempo un evento straordinario e non: dal 1972 sono stati aggiunti 26 leap second agli orologi atomici e l'ultima volta è accaduto il 30 giugno 2015

Sarà una vigilia di Capodanno unica quella tra 2016 e 2017. Se c’è una cosa certa, è che ogni giorno è scandito da 86400 secondi. Eppure il prossimo 31 dicembre non sarà così, ce ne saranno 86401. Un “leap second” verrà infatti aggiunto alle 23:59:59 UTC, e gli orologi segneranno 23:59:60 e solo dopo le 00:00:00.

E’ al contempo un evento straordinario e non: è più o meno dal 1820 che la durata del giorno ha infranto la barriera degli 86400 secondi. Dal 1972 sono stati aggiunti 26 leap second agli orologi atomici, e come noto, l’ultima volta è accaduto il 30 giugno 2015. La colpa non è degli orologi ma del nostro pianeta: a causa dell’attrazione gravitazionale con il Sole e con la Luna, la Terra ruota su se stessa sempre più lentamente. Rispetto a due secoli fa per fare un giro completo impiega in media due millisecondi in più: giorno dopo giorno, si accumula un secondo ogni 500-750 giorni. Proprio quel secondo che occorre aggiungere per non perdere il ritmo degli orologi atomici e mantenere allineati i due clock che segnano il trascorrere del tempo. Quando si rende necessario, le date in cui si conta un secondo in più sono sempre il 30 giugno o il 31 dicembre di un dato anno.

Quali sono questi due clock?

OROLOGIO BIOLOGICO - CopiaUno è detto tempo coordinato universale (UTC), quello determinato dalle transizioni elettromagnetiche negli atomi di cesio degli orologi atomici, che sbaglia al massimo di un secondo ogni 1,4 milioni di anni. Il secondo, UT1, il tempo universale, è ritmato dal moto della Terra.

In un mondo ideale UTC e UT1 dovrebbero andare di pari passo. In realtà non è così. Ecco perché occorre, di tanto in tanto, riallinearli. Lo scarto massimo consentito fra i due, stabilito dall’International Earth Rotation and Reference Systems Service, è di 9 decimi di secondo. Ogni volta che sta per essere superato, si corregge l’UTC aggiungendovi un secondo. Come? Fermando per un secondo (leap second) gli orologi di riferimento, si fa sì che un giorno duri 86401 secondi.

Tutto fuorché prevedibile

La Terra sta rallentando, ma in modo irregolare: tante le variabili in gioco, tra cui, l’attrazione gravitazionale di cui sopra, ma anche terremoti, eruzioni vulcaniche, scioglimento dei ghiacci, i cambiamenti atmosferici o stagionali e persino El Niño, che può aumentare la durata del giorno d’un millisecondo. Aggiungere un secondo non è un’operazione pianificabile. Inoltre sembra che la Terra stia rallentando più lentamente, e la causa è ancora oscura.

Per approfondire http://www.meteoweb.eu/2016/07/il-31-dicembre-il-tempo-si-fermera-tutto-per-colpa-di-un-secondo-di-troppo/713070/#BhjzjEoCEC8OSC3s.99

Mondo Tempo Reale

About Sandu Trica

Mondo Tempo Reale è il blog che dal 2010 vi racconta le notizie più incredibili, strane, curiose e divertenti: fatti imbarazzanti, ladri imbranati, prodotti assurdi, ricerche scientifiche decisamente insolite.
{[['']]}
    Blogger Comment
    Facebook Comment