Industria inquina il suo terreno: contadino studia legge per 16 anni per fargli causa



Quando il suo terreno è diventato inquinato a causa delle emissioni di un’azienda chimica nelle vicinanze, Wang Enlin sapeva di non potersi permettere un avvocato, ma sapeva di avere ragione, e per dimostrarlo ha studiato da autodidatta legge per gli ultimi 16 anni nella speranza di rivalersi su chi gli sta rovinando la vita.

Tutto è iniziato nel 2001, quando il villaggio del contadino, nella provincia cinese di Heilongjiang, è stato inondato di rifiuti tossici, che ha iniziato a svuotare all’aperto le acque di scolo. Wang ha scritto all’impresa (peraltro di proprietà dello Stato) per lamentarsi, ma i dirigenti si sono barricati dietro la richiesta di prove legalmente valide dell’accaduto.

“Sapevo di avere ragione, ma non sapevo dire che legge avessero violato, e neppure se ci fossero o meno prove”, racconta oggi Wang. Il problema forse sarebbe stato risolto velocemente se il contadino si fosse rivolto ad un avvocato, ma sia lui che i vicini faticavano ad arrivare a fine mese e l’assistenza di un professionista era impossibile anche solo da ipotizzare.

Wang però non si è perso d’animo ed ha deciso che, nonostante abbia frequentato la scuola solo fino alla terza elementare, doveva studiare lui legge e capire quali prove serviva raccogliere, e che richieste esattamente fare all’industria chimica.

Anche studiare però era un problema non da poco: il contadino infatti non poteva permettersi di acquistare i libri di cui aveva bisogno, ma fortunatamente è riuscito ad avere un piccolo aiuto da un libraio della zona, che gli ha consentito di leggere nel suo negozio i libri di cui aveva bisogno.

L’impegno di Wang è stato doppiamente premiato: non solo è riuscito a raccogliere le prove di cui aveva bisogno, ma quando la sua storia è diventata pubblica uno studio legale ha offerto a lui e al villaggio assistenza gratuita.

Per adesso le cose sembrano essersi messe abbastanza bene: Wang e i suoi vicini hanno vinto il primo grado di giudizio, che ha riconosciuto loro diritto ad un risarcimento di 820.000 yuan (circa 100.000 euro), ma soprattutto ha imposto all’azienda di bonificare la zona. La storia non è ancora chiusa, comunque: l’azienda chimica ha infatti presentato ricorso. Ma Wang rimane fiducioso e determinato: “Vinceremo certamente. E se non vinceremo, continueremo a batterci”.

http://notizie.delmondo.info/2017/02/21/industria-inquina-il-suo-terreno-contadino-studia-legge-per-16-anni-per-fargli-causa/

About Sandu Trica

Mondo Tempo Reale è il blog che dal 2010 vi racconta le notizie più incredibili, strane, curiose e divertenti: fatti imbarazzanti, ladri imbranati, prodotti assurdi, ricerche scientifiche decisamente insolite.
{[['']]}
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento