L'Avvenire sarà di Chi accetta di Aprire gli Occhi




Per comprendere bene il contesto planetario nella sua interezza, smettiamo per un attimo di sfogliare i manuali di economia politica e di sociologia dove una lettura troppo esclusiva ci impedirebbe di vedere altro.

Squarciamo il velo che nasconde lo scenario dietro le quinte, dove si gioca il vero dramma, e constateremo senza sforzo di stare assistendo ad un'immane tragedia mistica. L'attore principale di cui parlo (quello che soffia, ispira, dirige e sostiene il mucchio di marionette) è il demonio.

Fino a quando continueremo ad ascrivere solo alla natura dell'uomo la tendenza di nuocere ai nostri simili ed attuarne la rovina fisica e spirituale?

[E qui, devo necessariamente inserire le ultime dichiarazioni del nuovo "papa nero", il Generale dei gesuiti ‒ padre Arturo Sosa Abascal ‒ che in una recente intervista ha asserito: "Abbiamo creato figure simboliche, come il diavolo, per esprimere il male." 

Come può l'essere vantarsi degli errori più rozzi e provare gusto a combattere quelle che in cuor suo sente come verità reali, se è libero e intelligente? È forse nelle sue aspirazioni comuni il principio di tutti i pervertimenti morali e intellettivi?

Tomasz Alen Kopera
Negare che la causa sia essenzialmente malefica è già aderire ad una complicità inquietante. È per questo trucco inveterato che Satana, per raggiungere il suo scopo, vuol fare credere agli ingenui che lui non c'entra nulla con le opere nefaste. Si sa che l'inganno e il buio sono al servizio dello Spirito malvagio.

Perfino quando è assiso sul suo trono di fango, sangue e lutto esige ancora il tributo dell'accecamento. Preferisce non essere scoperto, e il suo grande trionfo è di fare tutto il male che può senza essere riconosciuto.

Si felicita d'aver spinto nell'errore una pletora di persone oneste che credono di giustificare la loro indifferenza con questi balbettii: "tutto va bene... il male non è poi così diffuso, il pericolo è ancora lontano... i cattolici sono uniti, bisogna aver fiducia nel Papa... egli sa quello che fa... ecc."

Non dobbiamo dimenticare che Lucifero è stato il promotore della "Ribellione iniziale" alla quale tutta l'umanità ha partecipato immergendosi sempre più nell'abisso della materia e pagandone ancora oggi le ineluttabili e dolorose conseguenze.

Invidioso da sempre, non si rassegna a vedere le Anime prendere coscienza della Realtà delle cose e soprattutto ad assistere alla loro grata risposta a Colui che le ha riscattate offrendo il Suo sangue e la Vita come prezzo per la loro liberazione.


Perciò, furibondo più che mai, perché consapevole dell'esiguità del tempo rimastogli, prova una gioia selvaggia nel distogliere le persone dal cammino sottraendole al Cristo, suo acerrimo nemico, per stringerle maggiormente a sé col miraggio di un mondo patinato di illusioni ma pregno del suo fetore letale.

E nel caso tali Anime opponessero resistenza, schierandosi decisamente dalla parte del loro Salvatore,  egli è pronto a sfogare la sua rabbia  uccidendole  all'istante come è accaduto  recentemente  in Egitto e in molte altre regioni del mondo in cui l'odio e l'intolleranza hanno raggiunto una virulenza così grande da non essere comparabile nemmeno ai primi anni del cristianesimo. 

In questi nostri tempi, palesemente apocalittici, il Maligno procede alla perdita e alla rovina del pianeta per mezzo di un sistema coordinato ed ingannevole mirante a precipitare i popoli nel materialismo corrotto, scatenando la rivoluzione religiosa.

Così com'è avvenuto per il Cristo, contro cui poco più di due millenni fa egli scagliò il suo formidabile attacco, similmente oggi egli riversa tutto il suo odio sulla Chiesa di Roma provocando la dolorosa passione del Suo Corpo Mistico.

Niente eccita maggiormente il suo furore quanto quello di constatare come degli individui riescano a vivere la vita sana dello Spirito nonostante la loro materialità corruttibile e pretenziosa.

È il caso di tanti sacerdoti, vescovi e cardinali; di suore e frati presenti nei monasteridi tutto il  mondo, ma anche di parroci coraggiosi a cui viene tolta la parrocchia ai quali Satana, per mezzo del Falso Profeta ‒ Bergoglio ‒ impedisce il sacrosanto diritto al proseguimento della Missione.

Si salvano dalla furia diabolica, che ormai si è installata sul seggio petrino sotto le false apparenze dell'umiltà e della bonomìa ‒ e così accattivanti per popoli interi ‒ coloro che persistono nell'anonimato non esponendosi alla falcidia imperante. 

Ma coloro che, come don Massimiliano Pusceddu ‒ ridotto al silenzio dal suo vescovo, ‒ e don Alessandro Minutella, che ha affrontato e denunciato a viso aperto lo stravolgimento del Vero insegnamento cristico imposto subdolamente dal "Vescovo di Roma" e dai suoi prelati massoni , vengono zittiti e allontanati vergognosamente dall'Opera fattiva con gran dolore dei parrocchiani e delle persone giuste.

Ecco l'ultimo video con cui Don Minutella prende commiato da tutti pubblicamente.



Le orrende  persecuzioni  contro i cattolici di tutti i secoli  hanno avuto tale maliziaper causa. Perseguendo la sua ambizione primordiale, Satana pretende  l'adorazione che gli hanno accordato i pagani, quella che il cristianesimo gli ha parzialmente tolto. Egli vorrebbe ridire al Cristo mostrandogli la Terra: "Tutto questo mi appartiene".

E  mentre  si  discute di  libertà  di  parola,  di diritti  dell'uomo,  di una  nuova  civiltà, di insegnamenti laici e disinibiti (tanto da accogliere qualsiasi dissolutezza), di accoglimento indiscriminato, di ecologia, di "priorità del lavoro" (e non dello Spirito) ‒ come sostenuto da Bergoglio a Genova ‒ ci si scorda che Lucifero gongola a così grande successo.

Non domo delle continue insidie perpetrate da innumerevoli entità oscure che soffocano, invadono e opprimono gli esseri umani, purtroppo a loro insaputa, ha contaminato lo spirito sociale che ora pensa, parla, giudica e agisce come lui, attraverso i suoi governanti corrotti ed avidi che, succubi, non pensano che a sé stessi, ubriachi di sete di potere mentre sono immersi nei più turpi vizi.

Lentamente poi, ha distolto i popoli dalla pratica religiosa, li ha spinti verso i beni terrestri, soprattutto avvicinandoli ai piaceri più allettanti e permissivi, sapendo bene che tutto ciò allontana da Dio e vìola le Sue leggi.

E per impedire che il rimorso tocchi le sue vittime, egli ne assopisce poco a poco le coscienze, avendo cura di lasciar loro una religione vaga, facile e poco esigente,proprio come quella che viene ora offerta dal "Capo" della  Contro-Chiesa, dove tutto rientra nella misericordia divina e la digressione non esiste più. 

Satana le ha tentate tutte per arrivare fin qui oggi, malgrado la certezza della sua disfatta conclusiva, pur di rallentare l'Opera di Colui che con il Suo Sacrificio lo ha battuto (altro che "Fallimento di Dio" come Bergoglio dice nel video che segue), aprendo di nuovo la Via alle Anime, che in precedenza era chiusa, per il Ritorno all'Origine.



Egli, infatti, ha suscitato alcuni tra i più feroci avversari del cristianesimo e di ogni forma di culto come Nerone, Diocleziano, Lutero, Enrico VIII, Voltaire, Robespierre, Napoleone Bonaparte, Marx, Hitler... ha ideato lo scisma, il modernismo, il socialismo, l'anarchia, il fascismo e mille altri strumenti di divisioni religiose per consolidare il suo dominio minacciato.

Ma il suo capolavoro, senza alcun dubbio resta il comunismo. Egli l'ha preparato molto a lungo con un'abilità geniale. Ha indotto le masse ad imboccare il cammino dell'apostasia universale che aveva previsto per la massoneria di cui è l'unico ispiratore. Infiltrare i governi e le nazioni per mezzo delle Logge è stato l'oggetto delle sue particolari attenzioni.

I capi dei popoli l'hanno di buon grado aiutato: qualcuno per malizia, altri per codardia; la maggioranza per avviare un ateismo politico sempre più invasivo. Lucifero ha così ben operato che si possono "trovare col lanternino" – come Diogene– i governi che si sentono responsabili davanti a Dio,  o che chiedono di essere guidati nelle loro decisioni a beneficio dei popoli e delle leggi imposte dalla natura.

Diogene di Sinope (in cerca dell'Uomo Onesto) di J.H.W. Tischbein
Il Maligno distorce il senso della morale, del dovere e della responsabilità, al fine che tutti i beni del mondo siano a profitto dei più scaltri, i suoi migliori amici: è con questi che egli banchetta abbondantemente mentre gli altri muoiono di fame o si cibano di pane nero.

Come dessert, solleva gli uni contro gli altri; inganna gli ignoranti e i semplicidispiegando innanzi ad essi titoli pomposi come quelli di popolo sovrano, diritti del proletariato, impegno umanitario... in altri termini dà allo schiavo l'illusione crudele di sentirsi "qualcuno" a sua volta.

L'orgoglio è sempre la sua arma e la ribellione la sua bandiera. Egli, che fu il primo fautore della Rivolta in Cielo, continua a fomentare le rivoluzioni in Terra, saturandole del suo odio contro Dio, tanto da trasformare il più delle volte le sommosse sociali in persecuzioni religiose.

Essenzialmente omicida, Satana vuole risolutamente il modo più sicuro di uccidere e per ottenerlo promette ai suoi adoratori, ossia all'Élite oggi al potere, una lunga vita affinché compiano i maggiori danni possibili alle popolazioni della Terra.

Così, animati dalla frenesia di vivere, migliaia di assassini sconvolgono la Terra e il Cielo escogitando di tutto pur di distruggere vite e vite per mezzo di erogazioni aeree, pesticidi, contaminazioni dell'acqua e del suolo, farmaci, vaccini obbligatori, cibi contaminati ecc. ecc. ecc.

E come se questo non bastasse, è iniziata ora una folle corsa alla fabbricazione e alla richiesta di armi sempre più sofisticate e distruttive che, nel caso venissero usate per una ventilata Terza Guerra Mondiale, l'intero pianeta e gran parte dei suoi abitanti soccomberebbe.

Ma la brama più insaziabile di Lucifero è di condurre Anime a sé, e allora... quale mossa migliore se non l'infiltrazione tossica in Vaticano della Massoneria ecclesiastica che, attraverso gli anni... pazientemente... come un covo di serpenti velenosi è penetrata ovunque fino ad innalzare l'Oscuro, il designato "Falso Profeta" all'apice della Struttura millenaria voluta dal Cristo, demolendola dall'interno etrascinando nel crollo fatale milioni e milioni di fedeli addormentati e inconsapevoli?

Ma non gli basta... perché nel frattempo masse intere, specialmente occidentali, sono diventate abuliche e tiepide verso qualsiasi forma religiosa e per questo più ricettive ed esposte a richiami sempre maggiori che annebbiano lo Spirito, stordendolo fino ad ucciderlo, per mezzo di una mirata serie di "trappole" atte a catturarne l'attenzione e ad offuscarne il pensiero.

La sequenza è quasi infinita di quante possono essere le debolezze e gli appetitidegli uomini, ma rientrano  sempre in due formidabili calamite: l'oro (potere, denaro, ambizione, sete di dominio ecc.) e la carne (ossia qualsiasi tipo di soddisfacimento fisico, senza più alcun limite, pur di appagare i propri istinti belluini).

D'altronde, non ha forse utilizzato queste due potenti leve il demonio per circuire il Cristo nel deserto?


La storia dunque si ripete, ed avrà termine solo quando l'essere umano, stanco di fare lo schiavo di sé stesso, riuscirà ad innalzarsi al di sopra della materia, dominandola, per riprendersi la Signoria che gli compete come Figlio dell'Altissimoe ritornare finalmente a Casa dalla quale così baldanzosamente è partito.

About Sandu Trica

Mondo Tempo Reale è il blog che dal 2010 vi racconta le notizie più incredibili, strane, curiose e divertenti: fatti imbarazzanti, ladri imbranati, prodotti assurdi, ricerche scientifiche decisamente insolite.
{[['']]}
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento